U2, dieci anni di successi (e incertezze) nel 'best of'

U2, dieci anni di successi (e incertezze) nel 'best of'
Arriverà nei negozi italiani a giorni "U2: The best of 1990-2000" (vedi News), l'attesa antologia che raccoglie i più grandi successi della band irlandese capitanata da Bono e The Edge degli ultimi dieci anni: il disco verrà pubblicato anche sotto forma di cofanetto in tiratura limitata (disponibile già dal 31 ottobre) che include, oltre ai brani compresi nella versione standard (che verrà resa disponibile dal prossimo 8 novembre), anche una raccolta di b-side ed un DVD contenente dei documenti relativi al gruppo risalenti agli anni Novanta, una versione inedita dal vivo di "Please" e i dietro le quinte del video di "Electrical storm". Questo greatest hits si propone di documentare una delle fasi più delicate della storia degli U2, come racconta lo stesso The Edge: "Affrontammo l’inizio del decennio degli anni Novanta come se ci stessimo imbarcando in una missione per reinventare la band, per cercare in un certo senso di affrancarci dall’immagine della band così come veniva", ha affermato il chitarrista, "Noi ci limitavamo semplicemente a scrivere canzoni a cui tenevamo molto, ma tutto il resto, quello che poi condizionava la percezione della gente, era una distorsione. Perciò credo che ci trovammo agli inizi degli anni Novanta decisi a esplorare altre aree di espressione, a livello sia dei testi, sia delle musiche, cercando in un certo qual modo di completare il quadro che la gente si era fatta di noi, sfuggendo a quella caricatura stereotipata degli U2 che purtroppo eravamo diventati agli occhi di molte persone verso la fine degli anni Ottanta. Pertanto direi che ci fu uno strappo piuttosto deciso, o comunque una scelta cosciente di cominciare qualcosa di nuovo". Il disco conterrà anche l'inedito "The hands that built America", brano che andrà a fare parte della colonna sonora del nuovo lungometraggio di Martin Scorsese "Gangs of New York" (vedi News): "Da un lato è una canzone piena di speranza, dall’altra è piuttosto dura e venata di disperazione", specifica sempre The Edge, "Racconta la storia di questo luogo e l’inconsapevolezza di chi si guarda attorno nella New York di oggi, piena di boutique e gallerie d’arte, soprattutto nel quartiere di downtown, e non sospetta neppure lontanamente su quali fondamenta di sangue e sudore sia stata costruita".
Dall'archivio di Rockol - Bono: la straordinaria carriera del cantante degli U2 in 13 canzoni
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.