Mark Ronson: 'Ho registrato tre canzoni con Paul McCartney'

Mark Ronson: 'Ho registrato tre canzoni con Paul McCartney'

Iniziano ad emergere particolari sul prossimo album in studio di Paul McCartney, ideale seguito di "Kisses on the bottom" del febbraio 2012: ad alzare parzialmente il velo sui progetti discografici dell'ex Beatle è stato Mark Ronson, produttore (già storico collaboratore di Amy Winehouse) che dal già partner artistico di John Lennon fu chiamato ad animare - in veste di Dj - il ricevimento di nozze del cantante e polistrumentista e Nancy Shevall, nel 2011.

"Ha scritto delle canzoni davvero buone", ha ammesso il trantasettenne artista, che ha confessato di essersi sentito intimorito dall'essere chiamato a collaborare con un nome talmente importante del panorama musicale internazionale: "Lui capisce benissimo come tu sia nervoso, lavorando con lui, perché chiunque lo sarebbe: ti lascia un margine di manovra molto ampio, ma - alla fine dei conti - sai che quando hai a che fare con lui sei obbligato a dare il meglio. Perché lui, praticamente, ha fatto di tutto. Non ho idea se quello che abbiamo fatto sia rivoluzionario, ma di una cosa sono sicuro: le canzoni che ha scritto sono davvero belle. Quello che ho cercato di fare è dargli il sound che stava cercando. Lavorare con lui è come prendere una laurea in produzione, sound desing e arrangiamento: le sue idee sono incredibili".

Come già riferito da Rockol a metà dello scorso febbraio, a collaborare alla nuova fatica in studio di McCartney è stato chiamato anche Giles Martin, figlio di George, storico produttore dei Fab Four: "Sì, sto lavorando su un nuovo album con Mark Ronson, Ethan Johns, Giles che è il figlio di George Martin, e Paul Epworth", dichiarò lui, "E' gente cool che ha fatto delle cose che mi sono piaciute".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.