'Voglio seni più grossi'. Ma poi Nat delle Atomic Kitten annulla l'operazione

Natasha Hamilton delle Atomic Kitten, stanca d'essere chiamata (anche se solo per scherzo) "sogliola" dalle sue amiche, aveva deciso di farsi operare per poter finalmente sfoggiare seni più prosperosi. Nat, anche detta Tasha, era intenzionata ad andare sino in fondo ed aveva già prenotato una camera presso l'ospedale Fairfield di St. Helens, nel Lancashire inglese. Ma all'ultimo momento la neomamma (la cantante ha dato alla luce il figlio Josh nove settimane fa) ha annullato tutto. La motivazione ufficiale: il suo medico l'ha avvertita che un intervento simile subito dopo il parto non era una grande idea. Ma si sussurra che a Natasha in realtà sia improvvisamente venuta una gran paura di finire sotto i ferri. In ogni caso, di quello che in UK chiamano tutti "boob job", ovvero "lavoro alle tette", per ora non se ne parla più.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.