Webcasting, i discografici americani porgono l'altra guancia

Webcasting, i discografici americani porgono l'altra guancia
I piccoli Webcaster americani sono salvi, almeno per il momento. Mentre il Senato USA ha chiuso i lavori prima delle nuove elezioni senza ratificare il progetto di legge (approvato alla Camera dei deputati) che prevede una riduzione parziale delle royalty da versare all’industria discografica per la diffusione di musica on-line (vedi news), le stesse etichette hanno deciso di venire incontro ai broadcaster “indipendenti” della rete evitando loro pagamenti che li avrebbero messi in serie difficoltà e forse definitivamente fuori gioco.
Secondo la normativa tuttora in vigore tutte le Web radio americane, grandi e piccole, sarebbero tenute a pagare all’industria decine di migliaia di dollari in royalty pregresse dal 1998 ad oggi (calcolate sulla base di 70 centesimi per canzone ogni 1000 ascoltatori), mentre le nuove misure negoziate direttamente con i detentori dei copyright musicali prevedono forti sconti per le emittenti che non fatturano più di un milione di dollari all’anno (vedi news), e che si troverebbero a dover pagare 7.700 dollari invece di 24 mila. L’applicazione anticipata della royalty ridotta è stata concessa da SoundExchange, l’agenzia incaricata di raccogliere e distribuire i pagamenti per conto degli artisti e delle etichette discografiche, fino a quando il Congresso non approverà la nuova legge. Sempre che lo faccia.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.