Marco Mengoni, '#prontoacorrere': 'Un album di reazione'. La videointervista

Marco Mengoni, '#prontoacorrere': 'Un album di reazione'. La videointervista

E' passato un mese abbondante ormai dal suo trionfo al Festival della Canzone italiana: lo avevamo lasciato emozionato e vittorioso sul palco dell'Ariston, impettito nei suoi eleganti e minimali completi monocolore e lo ritroviamo in una sala appartata dell'Accademia delle Belle Arti di Brera a Milano, a presentare il suo nuovo lavoro in studio. Marco Mengoni sta per pubblicare il suo terzo disco di inediti, "#prontoacorrere" - l'uscita sul mercato è fissata per domani, martedì 19 marzo - realizzato tra il Sunset Souns Studios e il Kaneepa Studio, ovvero tra Los Angeles e Milano: "Questo album è come un figlio che però non saprei dirti esattamente quando è nato né come sia stato concepito. Però a un certo punto è sbocciato", ha iniziato a raccontarci Marco, "E' stato un travaglio molto lungo e doloroso. Siamo partiti con 40 provini, c'era tanto da scrivere in questo album perché sono tante le cose che ho vissuto. Mettere quattro anni e tutto quello che vorresti che le persone sapessero in un unico disco è molto difficile. Però credo che il titolo sia perfetto per rappresentare questo concetto, il momento e le sensazioni che provo e che condivido con il mio nuovo staff. Siamo pronti a correre. Ancora, più che altro. Perché in questi quattro anni abbiamo già iniziato a correre, i blocchi di partenza ce li siamo lasciati dietro da un po'. C'è un nuovo manto in questo disco, sicuramente più concreto per quanto riguarda la scrittura, la melodia e il mio approccio alla vocalità. E' molto più sintetizzato e credo sia più diretto, che le parole abbiano molto più peso".

La produzione di "#prontoacorrere" è stata affidata a Michele Canova (Tiziano Ferro, Jovanotti, Fabri Fibra, Adriano Celentano): "Canova è ormai nell'Olimpo dei produttori da un bel po' di tempo. Siamo due persone diverse, ci siamo affiatati e c'è voluto un po'. Però penso che sia proprio così che nascono i rapporti più duraturi. Michele mi ha insegnato tantissimo. Per esempio cos'è la misura, a intetizzare gli eccessi, a rendere un testo più umano, più terreno. Un arrangiamento più umano che arrivi più velocemente alle persone"

All'interno del suo terzo lavoro in studio, l'artista di Ronciglione, classe '88, ha inserito brani nati dalla collaborazione con altri importanti artisti del calibro di, per esempio, Gianna Nannini (per la canzone "Bellissimo", già presentata a Sanremo 2013) o Ivano Fossati che ha scritto per Mengoni "Spari nel deserto": "Mi ha regalato un pezzo che io oltre tutto ho stravolto un po' armonicamente. Gli ho cambiato l'arrangiamento. Avevo una paura fottuta del feedback di questo pezzo, però alla fine è andata bene. E' venuto in studio, mi ha fatto un sacco di complimenti. E' una persona eccezionale, come artista non lo sto nemmeno a dire perché basta sentire un suo pezzo per capire tutto quello che fa. Da suo fan mi sento iperfortunato ad aver avuto un suo pezzo, di aver cofirmato diciamo questo brano".
E anche Cesare Cremonini: "Io provo una profonda invidia per Cesare Cremonini. Un'invidia completamente positiva per via del suo modo di scrivere, comporre e portare su disco delle fotografie precise con pochissime parole, ma che arrivano diritte al cuore come spade. E' molto di stomaco. Per questo sono invidioso" ha confessato Marco, " Spero un giorno di arrivare a fare un millesimo delle cose che ha fatto lui. E lo ringrazio per questo pezzo". Il pezzo in questione è "La valle dei re".

Nella sua totalità il disco è divisibile in "tre piani sonori". Secondo quanto ci ha spiegato l'autore infatti: "Un primo livello è composto da ballad, molto più classico e intimo. In questa parte farei rientrare 'L'essenziale'. Un secondo piano che rispecchia da dove provengo, dal jazz, dall'r n b, dal soul e dal rock'n roll un po' più suonato. E poi c'è la parte elettro-rock, power. C'è solo un pezzo che si distacca completamente da tutti gli altri e che è 'Una parola'. Un brano moderno, come direbbe mia nonna. Questo è un album molto vario. E' da ascoltare… E' un disco di reazione".



Contenuto non disponibile


L'8 maggio prenderà il via da Milano "L'essenziale Anteprima Tour 2013" con cui Mengoni si esibirà nei principali teatri italiani.
L'artista partirà poi alla volta di Malmö, in Svezia dove rappresenterà l'Italia alla nuova edizione dell'Eurovision Song Contest, presentando in gara "L'essenziale", il brano già vincitore del Festiva di Sanremo: "Non ho tempo di prepararmi all'Eurovision. Per questo cerco di prepararmi tramite le interviste, andando in giro, lavorando in studio. Credo sia la preparazione più giusta. Il distruggersi".

Dall'archivio di Rockol - L'album live e le canzoni inedite - la video intervista
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.