Artisti e social network, in arrivo un rapporto approfondito sui click comprati

Divenuti ormai biglietto da visita mediatico per definizione - e sbandierati da entourage, etichette e uffici stampa come effettivo, affidabile se non addirittura incontrovertibile riscontro di popolarità - i social network (o, meglio, le pagine che gli artisti aprono sulle maggiori piattaforme per promuoversi) sono da tempo sotto la lente di ingrandimento di informatici e analisti, che, negli ultimi mesi, stanno approfondendo il fenomeno delle fake views, ovvero delle statistiche relative a click e "like" drogate da interventi ad hoc acquistati per far sembrare il proprio profilo più popolare.

A promettere per la fine del 2013 un rapporto esauriente, aggiornato, e - soprattutto - corredato di nomi e cognomi dei maggiori compratori di contatti è la società di analisi dati statunitense Next Big Sound.

Secondo l'agenzia con base a New York il mercato di settore si sarebbe evoluto notevolmente, nell'ultimo periodo, emancipandosi dal mero businness delle .fake views: mentre, ormai, con meno di 30 sterline si riuscirebbero a comprare oltre 10,000 visite su Youtube, l'ultima evoluzione del settore sarebbe rappresentata da finti commenti confezionati ad arte per promuovere in maniera falsamente virale un artista o un prodotto.

Già lo scorso anno un rapporto di un'altra società di analisi, Pagedata, svelò i retroscena del fenomeno, rivelando come quasi il 9% del traffico sui profili pubblici più frequentati sia artificiale. In seguito alla pubblicazione del rapporto alcune delle maggiori piattaforme presero provvedimenti decurtando dalle pagine personali degli artisti le visite, i "like" e i follower non reali: tra gli altri, a Rihanna vennero eliminati 28,275 "like" su Facebook, a Lady Gaga 34,326, a Shakira 26,406 e a Justin Bieber 27,859.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.