The Observer 2013: riflettori accesi su Omid Jazi

The Observer 2013: riflettori accesi su Omid Jazi

Come ogni venerdì, eccoci di nuovo all’appuntamento con The Observer, il nostro osservatorio sulla musica indipendente italiana. Questa settimana il nostro spazio è interamente dedicato al talentuoso Omid Jazi. Nato a Perugia, poi trasferito a Modena, Omid si avvicina alla musica all’età di sei anni dopo che il padre, musicista e insegnante di musica, gli regala una tastiera. Inizia a giocare e comporre le prime sonate con gli strumenti musicali a disposizione nella sala del coro, in cui passa gran parte del tempo dopo la scuola. Adolescente, s’iscrive al conservatorio, dove studia pianoforte; nel frattempo impara anche a suonare la chitarra da solo e fonda il suo primo gruppo.

Da qui in poi sarà un susseguirsi di progetti, band, collaborazioni; tanta musica scritta prima in compagnia (oltre a suonare da anni con Nevruz Joku nel duo Water In Face, il Nostro è stato anche, con grande successo, il tastierista/chitarrista/corista nell'ultimo monumentale tour dei Verdena), poi finalmente da solo, come una vera e propria one‐ man‐band: Omid oggi è un artista completo “autosufficiente”. Produce i suoi brani e suona tutti gli strumenti, compresi synth, sequencer, batteria e basso. “Onde Alfa” è il suo album d’esordio, un disco molto interessante già a partire da queste premesse.



Sedici i pezzi in scaletta, interamente scritti, prodotti e registrati da Omid in quasi totale isolamento, solamente con l’aiuto di un MacBook. Sedici episodi all’insegna di un pop colorato, anticonformista, a tratti psichedelico e pesantemente venato di elettronica tanto quanto di punk (ebbene sì). Un disco a suo modo d’avanguardia, spiazzante nella sua unicità, che ha catturato inevitabilmente la nostra attenzione: da qui e per tre settimane i nostri riflettori saranno puntati su Omid Jazi. Un artista che v’invitiamo a scoprire con noi.

Da oggi, inoltre, è online la recensione di “Winter whales war”, l’ottimo disco d’esordio dei Sadside Project, la nostra band The Observer della settimana scorsa. La potete leggere cliccando qui.

Appuntamento dunque a venerdì al 22 marzo con una nuova puntata di The Observer: la nostra ricerca non si ferma mai.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.