Comunicato Stampa: Zurawski 'Live' al Ventaglio Caffé

Comunicato Stampa: Zurawski 'Live' al Ventaglio Caffé
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

ZETA POINT è lieta di invitarVi alla grande serata
Zurawski “Live”
Ventaglio caffè – Piazza Piemonte - Milano
durante la quale verrà girata una parte del video clip

“Un giorno normale”

Il singolo “Un giorno normale” farà parte dell’album in uscita nel 2003 ed è presentato nel programma “Destinazione Sanremo” in onda su RAI 2 il venerdì sera

www.destinazionesanremo.rai.it

L’ingresso al locale è gratuito su prenotazione entro venerdì sera
Confermare a:
Zeta Point 02 / 36 53 75 07

Oppure
Mail : m.longhi@zetapoint.it

ZURAWSKI
UN GIORNO NORMALE

La band nasce dall’incontro di tre musicisti sullo sfondo di una spiaggia del Brasile, in un bar di ritrovo per artisti.
E’ la sintesi tra professionalità ed esperienze di vita diverse maturate in vari angoli del mondo, il risultato di anni di lavoro e successi nel campo della musica.
Nel 1997 Andrea Zurawski si trova in Brasile per l’inaugurazione di una struttura turistica, che seguirà fino alla fine di aprile dell’anno seguente. Terminato l’impegno lavorativo, sceglie di rimanere per le vacanze nel paese del samba : trova contatti per lavorare in una casa discografica di San Paolo e suona in vari locali di Macèio, la città che lo ospita.
Durante un incontro di musicisti in un bar sulla spiaggia, conosce Alexandre Hartmann, brasiliano di San Paolo, diplomato all’Università libera di musica di Rio de Janeiro. Suonano insieme durante la serata senza sapere niente l’uno dell’altro, accomunati solo dalla passione per la musica: capiscono però di avere molte affinità artistiche in comune e decidono di dare vita ad una prima band, "Insert Coins", con la quale iniziano il loro progetto musicale.
Nel gennaio del 1999 viene chiamato dall’Italia anche Matteo Zurawski, fratello di Andrea, di grande talento artistico e musicale, per la realizzazione di alcuni importanti progetti, come l’apertura dei concerti dei più grandi artisti rock brasiliani all’interno del programma MPB( Musica Pro Brasil ), suonando di fronte ad una media di 15 mila persone.
L’enorme successo riportato in tali occasioni, tale da risvegliare anche la stampa locale, convince il gruppo a sperimentare l’esperienza della sala di registrazione, da cui nascerà "Living in vain…" nel periodo aprile-giugno dello stesso anno.
L’incisione del disco avviene totalmente a San Paolo, nel Randall Estudio in cui avevano a lungo lavorato insieme Andrea ed Alexandre: la musica rock richiama molti artisti brasiliani che si offrono di registrare insieme alla band.
Alla fine di agosto i fratelli Zurawski rientrano in Italia, dove nel dicembre dello stesso anno li seguirà anche Alexandre. Con un cd già prodotto in mano, decidono comunque di ripartire con una nuova esperienza, cambiando in primis nome alla band e coinvolgendo altri due musicisti provenienti da importanti scuole ed esperienze : Giampaolo Cassani (batteria, cori), diplomato al NAM ( "Nuova Accademia di Musica" ) con il Maestro Tullio De Piscopo, che ha seguito in tour per circa un anno, facendo parte integrante della band; Carlo Andreo (basso), section man con una grande esperienza nel campo della musica, incontrato in un pub di Monza nello stesso modo casuale che ha dato vita a tutto qualche anno prima in Brasile e subito entrato a far parte del team.
Non è facile trovare una definizione della musica di “Zurawski” in quanto deriva da diverse influenze provenienti da differenti parti del mondo – rock; Blues; Rap; R & B - . Dall’unione di questi suoni nasce la loro musica che amano descrivere come “pop - rock”.
“Zurawski“ riunisce quelli che vengono solitamente definiti gli opposti, lo Yin e lo Yang dell’universo musica: il rock e il pop, legati da un sound cantabile, innovativo e molto orecchiabile.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.