Austin, SXSW 2013, lo sfogo dei Diiv: 'Qui la musica è l'ultima cosa'

Austin, SXSW 2013, lo sfogo dei Diiv: 'Qui la musica è l'ultima cosa'

Ci vanno tutti e ne parlano tutti, ma - evidentemente - non piace a tutti. Il South by Southwest, la super-rassegna di carattere indipendente-industriale che in questi giorni sta animando locali e auditori di Austin, Texas, e riempiendo le pagine delle testate specializzate, ha anche un lato oscuro. Ne è convinto Zachary Cole Smith, già nei newyorchesi Beach Fossils e dallo scorso anno titolare del progetto indie-shoegaze Diiv: l'artista ha pubblicato sul suo blog una dura critica alla manifestazione, dipingendola come una fiera dove la musica, in ultima analisi, sia l'ultima delle priorità tanto degli organizzatori quanto dei frequentatori.

"Ciao Austin. E vaffanculo, South by Southwest. Ecco, l'ho detto", ha scritto Smith sulla propria pagina di Tumblr: "Perché qui, la musica, è l'ultimo dei problemi. Cinque minuti per piazzarti su un palco, niente soundcheck, per un quarto d'ora di concerto. L'elemento musicale viene sì esibito, ma è la prima cosa ad essere oggetto di compromesso. I soldi delle multinazionali, da queste parti, sono ovunque, tranne che nelle tasche degli artisti: e qui non si fa altro che celebrare la rete mondiale delle multinazionali stesse. Ci sono solo cretini delle multinazionali ubriachi che vanno a braccetto con gli altri vampiri della discografia e cocaina. Sono tutti ubriachi, per sentirsi più fighi. Poi c'è la burocrazia degli organizzatori con le sue regole assurde. E poi branding, branding, branding. Tutte stronzate. Scusate".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.