NEWS   |   Industria / 14/03/2013

Pubblicità, Radio Italia passa da Manzoni a Mondadori

Pubblicità, Radio Italia passa da Manzoni a Mondadori

Un mancato accordo sui minimi garantiti e un diniego a una richiesta di ingresso nella proprietà del network avanzata dal Gruppo L'Espresso sarebbero alla base, secondo il sito di Prima Comunicazione Prima Online, del divorzio tra Radio Italia e la concessionaria pubblicitaria Manzoni e del conseguente passaggio del network di Cologno Monzese nel portafoglio clienti di Mondadori Pubblicità.

L'emittente fondata e diretta da Mario Volanti, osserva "Prima", rappresenta un acquisto importante per la concessionaria del gruppo di Segrate cui fa capo la concorrente R101: Radio Italia, quinta emittente nazionale con 4,4 milioni di ascoltatori al giorno, ha registrato nel 2012 la migliore performance secondo i dati rilevati da RadioMonitor Eurisko passando da 4.082.000 a 4.734.000 ascoltatori nell'ultima tranche di rilevazione (+ 16 per cento).

Il 12 maggio del 2012 il network che programma esclusivamente musica italiana ha festeggiato i trent'anni di attività con un grande concerto in Piazza Duomo, a Milano, cui hanno partecipato Laura Pausini, Pino Daniele, Max Pezzali, Negrita, Tiziano Ferro, Gigi D’Alessio, Anna Tatangelo, J-Ax, Enrico Ruggeri, Gianni Morandi, Biagio Antonacci e Modà, gruppo sotto contratto con l'etichetta Ultrasuoni creata dalla stessa Radio Italia con RTL 102.5 e RDS - Radio Dimensione Suono.