Streaming, Universal e Samsung lanciano un servizio gratuito in Africa

Streaming, Universal e Samsung lanciano un servizio gratuito in Africa

Mercato emergente e potenzialmente sterminato per la telefonia mobile, il continente africano diventa anche una nuova frontiera dello streaming musicale. Ad accorgersene per prima, tra le major, è la leader di mercato Universal Music, che in collaborazione con Samsung ha lanciato ieri, 13 marzo, la prima piattaforma musicale panafricana per utenti di reti mobili, Kleek: il servizio, gratuito, riguarda inizialmente Sud Africa, Kenya, Nigeria, Ghana e Angola ed è accessibile su tutte le reti mobili, preinstallato su una gamma di smartphone Samsung in commercio nell'arco dei prossimi mesi (la ditta coreana si è assicurata l'esclusiva per due anni).

"L'idea di base è di fare qualcosa di unico per l'Africa, un servizio apposito focalizzato su musica e contenuti africani", ha spiegato a Billboard.biz il responsabile mondiale del settore digitale di Universal Francis Keeling. "Da qualche tempo ci eravamo resi conto che il continente aveva bisogno di un servizio che coinvolgesse tutta l'industria e che desse ai consumatori ciò che desiderano...Non è possibile prendere un servizio internazionale, farlo cadere dall'alto e aspettarsi che abbia successo in Africa".

Modellato sull'offerta di streaming di piattaforme come Spotify e Deezer, Kleek permetterà agli utenti di ricercare la musica per genere e per artista, di ascoltare album in anteprima esclusiva e playlist compilate da personaggi famosi, di seguire notizie e aggiornamenti sugli artisti preferiti e di consultare classifiche. Il catalogo è in via di costruzione, e include il repertorio di una non meglio specificata major concorrente accanto a quello di diverse etichette indipendenti locali. "Uno degli obiettivi principali di Kleek", spiega Keeling, "è di concentrarsi sugli artisti locali per cercare di portarli al successo in tutta l'Africa e, auspicabilmente, in tutto il mondo. Ovviamente renderemo disponibile il nostro intero catalogo, ma al momento la domanda è rivolta soprattutto ad artisti locali". "Vogliamo che Kleek venga sostenuto dall'intera industria e che ci aiuti a sviluppare e incoraggiare gli investimenti in Africa", ha concluso, mentre il presidente e ad di Universal Music Group International Max Hole ha sottolineato che "Kleek ha il potenziale per attrarre decine di milioni di appassionati di musica in tutto il continente".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.