Nessuna sorpresa: è ancora Doug Morris il discografico più potente del mondo

Nessuna sorpresa: è ancora Doug Morris il discografico più potente del mondo
Per il quinto anno consecutivo è ancora Doug Morris, boss dello Universal Music Group, l'executive discografico più influente d'America (e dunque del mondo). Lo sostiene la classifica redatta dalla testata statunitense Entertainment Weekly, che lo colloca al settimo posto assoluto tra gli uomini più potenti dell'industria dell'entertainment: questione di market share - quasi il 30 % negli USA, e anche di più in molti degli altri mercati principali - e di potenza di fuoco del cast artistico a disposizione (nella stessa graduatoria, al primo tra gli artisti c'è Eminem: undicesimo in valore assoluto).
Nella Top 50 dei businessmen più importanti del mondo dello spettacolo, del cinema, della musica e della televisione, figurano parecchi altri discografici: il numero uno della Sony Tommy Mottola si piazza al 21mo posto, precedendo altri due uomini di punta della corazzata Universal, Jimmy Iovine, capo di Interscope Geffen A&M, al 26mo posto, e Lyor Cohen della Island Def Jam al 31mo. Seguono la coppia Warner composta da Roger Ames e Tom Whalley (posizione numero 33), il boss della Columbia Don Ienner (numero 39) e L.A. Reid della Arista (40mo). Solo 44mi Alain Levy e David Munns della EMI, che scontano la difficile situazione internazionale e la scarsa competitività in USA della major britannica, mentre stupisce la bassa posizione di Clive Davis (J Records, numero 45), da molti indicato come una delle rarissime figure carismatiche rimaste in azione nel settore. Ma di classifiche, appunto si tratta: e come tali, sempre opinabili nei criteri di compilazione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.