Ascolti in aumento (e un magazine musicale in edicola) per All Music

Le cifre sembrano dare ragione a Rete A All Music. Da quando l'emittente musicale dell'editore milanese Peruzzo ha tagliato i ponti con Viva, il suo pubblico e il suo share hanno fatto un balzo in avanti:: + 24,95 % nei sette giorni (equivalenti a un'audience di sei milioni e ad uno share del 10,56 %), + 42,18 % nel giorno medio (un milione e mezzo di spettatori, per uno share del 2,68 %) secondo un'indagine Eurisko che ha rilevato gli ascolti delle “nuove TV” tra il gennaio e il settembre di quest'anno (la misurazione riguarda anche MTV, che non ha tuttavia reso pubblici i suoi dati). Incremento vero, frutto di un gradimento in ascesa, sottolineano i vertici di All Music, perché le ultime frequenze “accese” dall'emittente, in Sicilia e in Sardegna, risalgono alla fine del 2001.
Per il direttore generale Alessandro Peruzzo e il direttore dei programmi Mirko Lagonegro è tutto chiaro: il risultato positivo promuove lo studio e la realizzazione “di un prodotto italiano, normale, semplice, comprensibile a tutti, col dichiarato obiettivo di tenere compagnia mediante la musica, in ogni forma essa si possa presentare”. Una “localizzazione”, insomma, che ai tedeschi di Viva non era riuscita. E da cui All Music si attende altri risultati: “L'obiettivo mensile – spiega Peruzzo a Rockol – è di incrementare i contatti netti settimanali dello 0,25 %, il 3 % annualmente: rispetto a una popolazione che oggi è di 55,1 milioni di abitanti vogliamo guadagnarci un milione e mezzo di nuovi spettatori”. Intanto, assicura Peruzzo, le cose dovrebbero mettersi a posto anche nei riguardi di SCF, l'agenzia di collecting che raccoglie i diritti di trasmissione televisiva del repertorio per conto delle etichette discografiche e con si era prodotta una situazione di stallo che aveva messo in allarme non pochi operatori (vedi news): “Nei giorni scorsi”, racconta il direttore generale di All Music, “ci siamo incontrati con il nuovo direttore generale al fine di proseguire le trattative”. Ma non c'è solo la televisione nel futuro di AllMusic: la strategia di consolidamento del marchio passa anche attraverso il lancio di un magazine musicale in edicola (si parla di una tiratura iniziale di 200 mila copie). “Stiamo definendo i dettagli per avviare l'operazione entro fine mese” conferma Peruzzo, senza sbilanciarsi oltre.
Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.