Crisi del disco: Manu Chao attacca la mafia, la EMI si autoriduce l’IVA

Crisi del disco: Manu Chao attacca la mafia, la EMI si autoriduce l’IVA
A margine dell’ennesima indagine sulla crisi del mercato discografico (quella di oggi, 13 ottobre, è del quotidiano La Repubblica) emergono alcune significative prese di posizione. Piero La Falce, presidente di Universal Italia, fa autocritica: “Siamo noi i primi responsabili di questa crisi, siamo come soldati addestrati in tempo di pace che non sanno come comportarsi in tempo di guerra”, spiega, aggiungendo che l’industria discografica, dopo tempi di vacche grasse, sa solo chiedere aiuto. Manu Chao puntualizza su alcuni fenomeni da tempo additati come responsabili della crisi, pirateria e downloading: “credo che sia evidente che se i governi volessero fermare la riproduzione illegale di CD potrebbero faro. Sto parlando della produzione su scala industriale gestita dalla mafia, che non va confusa con le copie che si fanno i ragazzini per ascoltare la musica che amano: contro di loro non ho assolutamente niente”.
Ma la posizione più dura e provocatoria è quella di Riccardo Clary, presidente di EMI Italia, definito “furente” dal quotidiano, che ne riporta le accuse al governo per le promesse non mantenute sull’abbattimento dell’IVA sui CD: “Avevano promesso di abbattere l’IVA al 4 per cento, il ministro Urbani ce lo aveva garantito di persona ma non abbiamo ancora visto nulla. Dunque: faccio da solo. A novembre metteremo sul mercato una collana di dischi di qualità Capitol e Virgin con l’IVA autoridotta al 4%”. (Fonte: Repubblica)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.