Yoko Ono improvvisamente concede pezzo di John Lennon per la TV

Yoko Ono improvvisamente concede pezzo di John Lennon per la TV

Forse il solidissimo muro che avvolge, quasi impenetrabile, la concessione delle canzoni dei Beatles e di John Lennon inizia a mostrare qualche crepa. Il mese scorso il regista Ryan White ha ottenuto l'uso di quattro canzoni originali dei Fab Four per il suo documentario "Good ol' Freda", un lavoro sulla segretaria di Brian Epstein nonché ex presidentessa dell'Official Beatles Fan Club. E oggi il produttore Ryan Murphy, creatore di "Glee", ha affermato d'aver ottenuto il permesso per utilizzare una canzone di Lennon. Murphy ha contattato Yoko Ono, la quale come noto possiede i diritti sul back catalogue di John, e l'artista, che qualche giorno fa ha compiuto ottant'anni, ha




Contenuto non disponibile







 semplicemente detto "sì" lasciando il produttore stupefatto in quanto Yoko respinge praticamente ogni richiesta. "Sono stupefatto, è stato tutto molto semplice", ha detto Murphy. Il pezzo concesso dalla celebre vedova, che abita ancora presso il Dakota Building di New York dove nel 1980 fu ucciso John, è "Beautiful boy". La canzone, attraverso la quale Lennon dichiarava il suo amore per il figlio Sean, figurerà in una scena senza dialoghi dell'episodio finale - in onda il mese prossimo - della prima stagione della serie "The new normal".

Alla fine dello scorso ottobre Paul McCartney, intervistato da David Frost, ha affermato: "Di certo non è stata lei a sciogliere il gruppo, perché il gruppo si stava già sciogliendo. Quando Yoko arrivò, parte del suo fascino stava nel suo lato avant-garde, nel suo modo di vedere le cose. Lei mostrò a John un altro modo di essere, che a lui piaceva molto. Ma che il tempo di John nei Beatles fosse arrivato al capolinea era chiaro: anche se non ci fosse stata Yoko, lui - prima o poi - in un modo o nell'altro se ne sarebbe andato comunque".

Paul, anzi, ha ammesso come Ono sia stata un parte fondamentale nella carriera dell'ex compagno di gruppo, spiegando come - ad esempio - senza di lei brani come "Imagine" avrebbero potuto non vedere mai la luce: "Non credo che John sarebbe stato in grado di fare tutto quello che ha fatto senza Yoko, quindi penso che non la si possa incolpare proprio di niente".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.