NEWS   |   Italia / 10/10/2002

Arbore, il mio show di ‘vecchie canzoni’ swing

Arbore, il mio show di ‘vecchie canzoni’ swing
Inizierà il prossimo martedì 15 ottobre, da Milano, “Tonite! Renzo swing!”, la tournée teatrale di Renzo Arbore e la band dei Swing Maniacs, organizzata da Adriano Aragozzini, come già annunciato da Rockol (vedi news).
La scelta di partire dal capoluogo lombardo non è casuale, come ha spiegato l’artista foggiano durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi, giovedì 10 ottobre, a Milano: “Le canzoni che proponiamo durante lo spettacolo”, racconta Arbore, “che sono in parte quelle del disco omonimo e in parte vecchie canzoni proposte nelle mie varie trasmissioni, appartengono per la maggior parte agli anni ’50 e in quegli anni Milano e la Galleria di Corso Vittorio Emanuele erano i posti dove si suonava di più il jazz e lo swing. Per questo ha un suo significato particolare partire da qui”.
Sul palco, assieme al clarinettista, suoneranno undici musicisti, tutti jazzisti, in prevalenza d’origine romana: “Proporremo la scaletta già collaudata nelle date della scora estate, basata sullo swing italiano che è anche contenuto nel disco, ma non solo”, anticipa il musicista, “Per evitare d’‘infliggere’ rigorosamente al pubblico le stesse canzoni dell’album, come avviene di solito, faremo anche dei pezzi ‘extra-mania’, dei pezzi cioè spettacolari, o dell’esibizioni straordinarie degli artisti della band e di quelli che sono stati presi da poco. In tournée, infatti, assieme a noi, ci sono anche dei nuovi cantanti che non erano nel disco: Max Paiella e Pierluca Bonfrate (vedi News), che sono già dei teatranti. La scaletta, inoltre, varierà da tappa a tappa e sarà rimaneggiata da noi a seconda dei posti e dei luoghi dove suoneremo”.
“Rimane vivo, insomma”, spiega Arbore, “anche in questo situazione il mio gusto di talent-scout, per cui lo spettacolo sarà fatto molto dai musicisti che mi accompagnano e dal loro talento. Dopo tanti anni di spettacoli di artisti stranieri e italiani che proponevano più o meno sempre le stesse canzoni dei dischi, io cerco di fare qualcosa di diverso, che non deluda il pubblico e che sia in linea con lo stile delle mie passate trasmissioni e dei precedenti spettacoli. Anche per questo ho cercato di scegliere tutte canzoncine divertenti, leggere, molto ironiche come per esempio “Bongo, bongo, bongo” o “Che si fa?… (con le fanciulle)”, pezzi vecchi ma non datati, che possono essere visti come ‘demenziali’ e piacere anche ad un pubblico più giovane, che non li conosce. La famosa strofa ‘Signorina Maccabei per favore dica lei/ dove sono i Pirenei’ della canzone ‘La classe degli asini’, per esempio, potrebbe essere un brano di Elio e le Storie Tese”.
E a proposito della televisione e di un suo possibile ritorno sul piccolo schermo, dopo la polemica della scorsa estate (vedi news), l’ideatore della trasmissione culto di “Quelli della notte” aggiunge: “Ho voglia di tornare alla televisione, ma lo farò solo quando potrò dedicarmi esclusivamente ad essa perché vorrei fare qualcosa di completamente diverso non solo dai programmi attuali, ma anche dai miei precedenti. Qualcosa che fosse, insomma, davvero di rottura” .
Scheda artista Tour&Concerti
Testi