Streaming, Access Industries (Warner) investe in Daisy (Beats Electronics)

Streaming, Access Industries (Warner) investe in Daisy (Beats Electronics)

Il gruppo industriale proprietario di Warner Music Access Industries, fondato e capitanato dall'imprenditore ucraino-americano Len Blavatnik, ha assicurato un finanziamento di 60 milioni di dollari a Beats Electronics per lo sviluppo di Daisy, la piattaforma di streaming che la società di Jimmy Iovine e Dr. Dre ha sviluppato sulle fondamenta del defunto MOG. Il servizio, che verrà lanciato entro il 2013, si avvale come noto dell'apporto di professionisti come Ian Rogers (ex Topspin, nominato chief executive officer) e Trent Reznor dei Nine Inch Nails (chief creative officer).

"Beats", ha spiegato Blavatnik, "ha la visione, il brand, il team di management e ora anche il gruppo di investitori necessari a trasformare davvero le aspettative e le esperienze di fruizione di un servizio di abbonamento musicale. Non vedo l'ora di poter intraprendere con loro questa eccitante sfida". Iovine sostiene invece che "la missione di Beats è sempre stata quella di aiutare la gente a riscoprire la magia dell'esperienza dell'ascolto musicale. Dopo che con le cuffie e i diffusori Beats ci siamo ben avviati a risolvere il problema della qualità della riproduzione audio, Daisy ci permetterà di rimettere in circolo la stessa magia nel processo di scoperta e di consumo musicale". Nelle ultime ore, tra l'altro, è circolata voce di un possibile coinvolgimento di Apple nell'impresa, dopo che Iovine e l'ad di Cupertino Tim Cook si sono incontrati per scambiarsi informazioni. 

L'appoggio di Blavatnik a Beats non è di natura esclusiva: nell'ottobre del 2012 Access Industries di Blavatnik aveva già investito 130 milioni di dollari nella piattaforma francese Deezer, e Warner Music risulta essere la prima major discografica ad avere firmato contratti di licenza per i nuovi servizi di streaming sviluppati da Google.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.