‘Nothing’s in vain’, il nuovo album di Youssou N'Dour

“La femme est l’avenir de l’amour”, ossia: “le donne sono il futuro dell’amore” canta il musicista senegalese Youssou N'Dour in una delle sue nuove canzoni, dal titolo omonimo. E alle donne, prima fra tutte alla madre, è dedicato “Nothing’s in vain”: “Questo album”, racconta l’artista, “è un omaggio a mia madre, che era una musicista di griot (una sorta di cantastorie africano) e alle donne in generale, che sono state le mie prime fan in Africa, e quindi al loro amore”. Ma non solo: “Voglio, con questo disco”, aggiunge, “mostrare anche un volto poco conosciuto dell’Africa: quello positivo, vitale e gioioso della sua gente”.
Rispetto agli ultimi suoi lavori il nuovo album si presenta molto più “africano” e tradizionale, a cominciare dalla lingua usata, il wolofon, che è la lingua ufficiale del Senegal. “In questo disco”, ha spiegato Youssou N'Dour nel corso della conferenza stampa che si è tenuta oggi, lunedì 7 ottobre, a Milano, “ho fatto un maggior uso di strumenti tradizionali; inoltre, la maggior parte delle canzoni sono state incise nel mio studio di Dakar che è più attrezzato per la registrazione di strumenti tradizionali, di modo che il suono di questi risulti molto più forte e potente. Senza dubbio”, riconosce il musicista senegalese, “è poi un lavoro meno pop del precedente, ma questo non vuol dire che nel prossimo futuro non tornerò a fare canzoni pop”.
Youssou N'Dour, infatti, si ritiene un “viaggiatore” musicale, pronto a raccogliere e recepire diverse influenze musicali dal mondo e a fonderle con i suoni africani, come spiega lui stesso: “Io mi ritengo un ‘pescatore’ di musica: quando lavoro, parto dal mio porto, dal Senegal, vado a buttare le mie reti in giro per il mondo e poi le raccolgo, riportando a casa quel che ho pescato. Ma è sempre dal Senegal che parto”.
Il suono caratteristico di Youssou N'Dour è, così, il risultato della fusione di due componenti essenziali: la musica tradizionale africana, che corrisponde alle sue origini, e le influenze dei suoni e delle musiche ascoltate durante i suoi numerosi viaggi.
Del suo paese, l’Africa, e dei problemi che lo affliggono il musicista dice: “Da diverso tempo, faccio parte di un movimento di artisti nativi impegnati in attività di sostegno alla questione della cancellazione del debito del terzo mondo. Tuttavia”, sottolinea il musicista senegalese, “ritengo che uno dei problemi più gravi del mio paese e che non può essere risolto dai musicisti, sia la mancanza di democrazia. Questa è, infatti, la base necessaria per lo sviluppo e la crescita di qualsiasi paese. Senza di essa non esistono né libertà, né diritti, né emancipazione, né possibilità di fare musica”.
Secondo Youssou N'Dour, infatti, è di fondamentale importanza per il futuro che il continente africano e la sua gente diventino definitivamente indipendenti dal punto di vista economico e sociale: “Già il fatto che ad alcune donne sia permesso di studiare ed emanciparsi”, racconta il cantautore, “ha migliorato sensibilmente la qualità della vita delle zone in cui questo è avvenuto. E per queste stesse ragioni penso che sia un risultato importante per la musica e i musicisti del mio paese che questo album sia stato registrato in Africa, ottenendo un suono migliore che se fosse stato registrato in uno studio, per esempio, di Londra ”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.