I Blur vanno a suonare in un museo

I Blur vanno a suonare in un museo

I Blur, che lo scorso 7 febbraio hanno ufficializzato le loro due date italiane, terranno un concerto in un museo. Per la loro prima esibizione irlandese dopo quattro anni, Damon Albarn e soci - in scena il prossimo 28 luglio al festival City Sound di Milano, all'Ippodromo del Galoppo, e il giorno successivo al Rock in Roma, all'Ippodromo delle Capannelle, a pochi chilometri dal centro della Capitale - hanno richiesto ed ottenuto l'Irish Museum of Modern Art (IMMA) di Kilmainham, Dublino.




Contenuto non disponibile







 La struttura, in irlandese Músaem Nua-Ealaíne na hÉireann, è attiva dal 1991 e sorge nei pressi della Heuston Station. Lo show è programmato per il prossimo 1° agosto. Biglietti in vendita da questo giovedì a 62 euro. Il
cartellone complessivo degli impegni della band britannica:

16 marzo Vive Latino Festival, Foro Sol    Città del Messico  
12 aprile Coachella Festival    Indio, California, USA  
19 Coachella Festival    Indio, California, USA  
6 Asia World Arena    Hong Kong  
9 New Taipei County Stadium    Taipei, Taiwan  
12 Tokyo Rocks    Tokyo, Giappone  
15 BigSoundFest    Giakarta, Indonesia  
24 Primavera Sound    Barcellona, Spagna  
31 Primavera Sound    Porto, Portogallo
14 giugno Provinssirock    Seinajoki, Finlandia
3 luglio    Open'er Festival, GDYNIA-KOSAKOWO AIRPORT    Gdynia, Polonia
5 Rockwerchter Festival    Belgio
7 Les Eurockéennes de Belfort    Sermamagny  
13 Mosca Afisha Picnic Festival    Mosca, Russia
28 Milano, City Sound    Milano, Italia
29 Rock In Roma    Roma, Italia
1° agosto IMMA, Dublino, Irlanda
7  Øya Festival    Oslo, Norvegia
9 agosto    Sziget    Budapest, Ungheria  
6 settembre    Flughafen Berlin Tempelhof    Berlino, Germania.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.