Masuch (BMG): 'Non abbiamo più bisogno di un'etichetta tradizionale'

Masuch (BMG): 'Non abbiamo più bisogno di un'etichetta tradizionale'

Dopo l'acquisto delle quote della società di investimenti KKR da parte di Bertelsmann, BMG è tornata completamente sotto il controllo del grande gruppo mediatico tedesco. Ma con una identità completamente diversa dal passato, soprattutto per quanto riguarda i rapporti con gli artisti, come ha confermato a Billboard l'amministratore delegato Hartwig Masuch: "Realizziamo già il 15 per cento dei nostri ricavi attraverso i master deals e questa cifra è destinata a crescere considerevolmente", ha spiegato il manager tedesco. "Dunque non abbiamo più bisogno del vecchio sistema fondato sulla presenza di un'etichetta discografica".

Il nuovo modello di business di gestione diritti editoriali e master, che BMG definisce "artist-friendly" in alternativa ai contratti discografici tradizionali, garantisce agli artisti il pieno controllo dell'attività creativa e una quota sostanzialmente maggiore degli introiti, basandosi su un accordo preventivo per quanto riguarda il budget di spesa da destinare a produzione, marketing e promozione (e la sua successiva copertura sulla base della spartizione concordata dei proventi).

"Grazie al suo alto grado di equità e di trasparenza, questo modello è stato accolto molto positivamente dagli autori che cercavano un'alternativa al music business tradizionale, in cui grandi società spesso avevano perso la fiducia degli artisti", dice Masuch. "Gli artisti più creativi cercavano nuovi sistemi che gli consentissero di avere voce in capitolo nelle loro carriere. Noi siamo stati in grado di assicurarglielo ed è per questo che abbiamo trovato così tanti partner" (tra cui Bryan Ferry, Anastacia, Dexys e OMD).

L'acquisizione del 100 per cento delle quote di BMG da parte di Bertelsmann, previa nulla osta dell'antitrust, dovrebbe essere confermata entro l'estate. Intanto, anticipa Masuch, la società pensa già a un'ulteriore espansione internazionale: "Siamo già rappresentati in otto Paesi, ma stiamo considerando una presenza in altri mercati chiave come ad esempio il Sud America e l'Australia. La decisione, tuttavia, dipenderà dai partner con cui lavoreremo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.