Universal vende altri asset, Cooperative Music alla PIAS

Universal vende altri asset, Cooperative Music alla PIAS

Da tempo preannunciata (e prevista nell'ambito dei disinvestimenti imposti dall'Antitrust dopo l'assorbimento della EMI), la vendita della società di servizi e distribuzione Cooperative Music da parte di Vivendi e Universal Music è cosa fatta: secondo le indiscrezioni raccolte da Music Week, e a dispetto delle rimostranze espresse da diverse etichette indipendenti che temono una riduzione della libertà di scelta e della concorrenza, la belga PIAS ha portato a termine con successo l'acquisizione (compreso, a quanto pare, il marchio V2). Coop, come noto, lavora per conto di etichette quali Bella Union, Wichita, Heavenly, Moshi Moshi e la stessa V2, fornendo servizi di promozione, marketing, distribuzione digitale e di altra natura ai suoi assistiti.

Nell'annunciare i risultati dell'ultimo esercizio finanziario, Vivendi ha confermato a Music Week la liquidazione di sette asset discografici a sei diversi compratori per circa 45 milioni di sterline, senza contare la Parlophone ceduta di recente a Warner Music: togliendo Co-Op, Mute e Sanctuary (entrambe vendute a BMG), restano in ballo quattro etichette di cui non è ancora stato fatto il nome. "La cessione degli asset EMI è stata un successo, dal momento che un terzo della società è stato venduto quasi al suo prezzo iniziale di acquisizione", ha spiegato l'ad di Vivendi Jean-François Dubos, mentre il direttore finanziario Philippe Gaston ha aggiunto che le somme complessivamente ricavate dalla vendita hanno quasi raggiunto i 530 milioni di sterline, "poco meno della metà del prezzo da noi versato per l'intera EMI". Vivendi ha anche confermato la prossima vendita della quota azionaria del 50 per cento che EMI detine in Europa sulla fortunatissima collana di compilation "Now!", un'operazione che potrebbe fruttare alla società qualche altro milione di sterline.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.