Marco Levi, 'Vietata la riproduzione' è il disco d’esordio

Marco Levi, 'Vietata la riproduzione' è il disco d’esordio

Sarà disponibile a partire da domani il disco d’esordio di Marco Levi, "Vietata la riproduzione". Il disco, distribuito da TheTune, nasce dall’incontro tra il cantautore milanese e il produttore Lorenzo Magnaghi dopo "notti passate nei locali milanesi proponendo coinvolgenti spettacoli con canzoni e racconti ispirati alla solitudine e all’insuccesso con le donne", come lui stesso racconta nel comunicato stampa.

Le undici tracce che compongono il disco vedono come protagonisti alcuni personaggi outsider (da Johnny Boa, il bambino cicciottello che viene preso in giro dagli amici e non è ricambiato dalla ragazzina di cui è innamorato, al campagnolo che vuole solo coltivare i campi) ma anche pantomime degli stereotipi della società moderna, come l’impiegato sottomesso allo stress d’ufficio che trova l’estrema felicità nel fare la pipì nel mare o nel mettersi in pigiama, il vecchio che vuole una badante polacca e va a comprare il viagra in farmacia e chi diventa gay perché non riesce a far l’amore con la fidanzata.

Classe 1980, Marco Levi si è affacciato per la prima volta nel mercato discografico nel 2006, con la pubblicazione del singolo "Divento gay". Dopo aver composto jingles e brani per alcune trasmissioni, Levi decide di suonare voce e chitarra nei locali milanesi, proponendo canzoni che girano intorno alle sue disgrazie amorose. È proprio dopo un live che incontra il produttore Lorenzo Magnaghi, con cui inizia una lunga collaborazione fatta di scrittura di nuove canzoni e ricerca musicale. Il primo frutto di questo lavoro arriva nell’estate 2012 con "La canzone di Johnny Boa", brano estivo dedicato a chi non supera la prova costume. Lo scorso autunno è invece uscito il singolo "Non mi diverto", accompagnato da un video girato con la regia di Ivan Merlo.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.