Gli Slayer rispondono a Lombardo sulla sostituzione temporanea con Jon Dette

Gli Slayer rispondono a Lombardo sulla sostituzione temporanea con Jon Dette

Arriva - a non molta distanza dalle esternazioni del batterista Dave Lombardo - la risposta del resto della band (in pratica Kerry King e Tom Araya, viste le condizioni di Jeff Hanneman, ancora in riabilitazione).

Lombardo, infatti, tramite Facebook aveva annunciato la propria estromissione dal tour australiano degli Slayer a causa di un disaccordo sulla gestione economica degli affari della band. "Lo scorso lunedì ho fatto le prove con Kerry [King] e Tom [Araya] per il tour e ho colto l'occasione per proporre un nuovo modo di gestire le cose che mi pareva migliore [...]. Kerry ha subito detto che non era interessato a cambiare nulla e che se non mi andavano bene le cose avrebbe trovato un altro batterista. Giovedì, quindi, sono arrivato alle prove puntuale all'una di pomeriggio, ma Kerry non si è presentato. Invece alle 6:24 del pomeriggio ho ricevuto un e-mail dai nostri avvocati che diceva che sarei stato sostituito per il tour australiano", ha scritto il batterista.

Gli Slayer hanno quindi diffuso un comunicato ufficiale che mette in discussone la cronologia degli eventi così come raccontata da Lombardo e l'interpretazione dei fatti, ma conferma la sua estromissione dal tour in Australia, durante cui sarà sostituito da Jon Dette.
Tra le altre cose si può leggere: "Gli Slayer non concordano con la cronologia e la sostanza del racconto di Mr Lombardo, a parte il fatto che Mr Lombardo è arrivato dal gruppo a meno di una settimana dal tour australiano proponendo un nuovo piano per il proprio ingaggio, completamente diverso da quello già concordato. Non è stato possibile quindi per il gruppo trovare un nuovo accordo sulle sue richieste, dato il tempo così breve a disposizione prima dell'inizio del tour [che parte il 23 febbraio - ndr]. Ci sono altri dettagli oltre a quelli forniti da Mr Lombardo, ma per rispetto nei suoi confronti gli Slayer non commenteranno oltre. Siamo grati ai fan australiani per la loro comprensione in queste circostanze inaspettate e non vediamo l'ora di incontrarli nei prossimi show".

Secondo Lombardo il flusso di denaro generato dagli Slayer è amministrato male, visto che - a quanto da lui riferito - "il 90% degli incassi della band derivanti dai tour copre le spese, inclusi gli stipendi del management, che costa al gruppo milioni di dollari e lascia a noi quattro solo il 10% o meno da dividerci".
Il batterista avrebbe anche chiesto l'accesso ai libri contabili per analizzare meglio le spese e capire dove va a finire il denaro.



Contenuto non disponibile


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.