Pubblicità sui siti pirata: la fanno anche Amazon, Samsung e Nokia

Pubblicità sui siti pirata: la fanno anche Amazon, Samsung e Nokia

Una ricerca a cura dello USC Annenberg Innovation Lab, riporta il sito Digital Music News, conferma la tesi dell'industria discografica secondo cui a sostenere finanziariamente i siti pirata, con le loro inserzioni pubblicitarie, sono alcuni dei marchi industriali e commerciali più rinomati del mondo. Nel lungo elenco alfabetico compilato dai ricercatori figurano non solo collaboratori abituali degli operatori musicali come American Express e la compagnia telefonica AT&T (partner di Spotify negli Stati Uniti) ma anche aziende come Amazon, Samsung e Nokia, che a loro volta gestiscono piattaforme legali di musica digitale.

Dall'indagine risulta invece ridotto il contributo ai siti pirata fornito da Google e AdClicks, che non figurano nella Top Ten: "Tanto i vari network di Google che Open X hanno significativamente ridotto il numero di siti pirata in cui piazzano inserzioni pubblicitarie", hanno confermato gli studiosi. "Al contrario, Right Media di Yahoo! continua a essere uno dei principali fornitori".

Google si trovava al secondo posto di questa classifica: come noto la società di Mountain View, cui fanno capo la piattaforma video YouTube e il servizio Google Play, viene invitata da tempo dalle case discografiche a esercitare un controllo più rigoroso sui risultati prodotti dal suo motore di ricerca, che spesso collocano in posizione premimente link a siti pirata piuttosto che a quelli legali.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.