Su iPhone la app di Twickets: il secondary ticketing 'etico'

Su iPhone la app di Twickets: il secondary ticketing 'etico'

Già in testa alla classifica delle "New Apps" di iTunes, la nuova applicazione per iPhone Twickets consente agli appassionati di musica di scambiarsi direttamente biglietti per concerti con una differenza fondamentale rispetto a Seatwave, Viagogo e gli altri siti di secondary ticketing: lo scambio non avviene mai a un prezzo superiore a quello nominale stampato sul tagliando (e proprio in virtù di questa caratteristica il servizio si è guadagnato il plauso del ministro ombra inglese per l'educazione Sharon Hodgson, in prima linea nella battaglia contro le speculazioni dei bagarini).

La piattaforma Twickets è una creazione della impresa digitale britannica Future Platforms, ed è un collettore spontaneo di biglietti per concerti ed eventi che si svolgono nel territorio del Regno Unito e che altrimenti resterebbero inutilizzati. Annunci, contatti e scambi di informazioni avvengono via Twitter (di qui il nome del servizio): lo scorso anno, secondo i dati forniti dalla società, oltre 30 mila persone hanno seguito gli account degli iscritti alla piattaforma generando scambi di 45 mila biglietti.

"La missione alla base di Twickets è semplicemente quella di fare in modo che in qualunque evento che ha luogo nel Regno Unito, piccolo o grande che sia, i posti vacanti vengano colmati", ha spiegato il fondatore di Future Platforms Richard Davies. "In media risulta inutilizzato il 10 % dei biglietti e attraverso Twickets cerchiamo di ridurre drasticamente quel numero. Quel che è importante per noi è che tutto avvenga in modo etico cosicché il possessore del biglietto riscuota esattamente quanto aveva pagato e l'acquirente non corrisponda più del prezzo nominale. La nostra community ci aiuta a sorvegliare la situazione quando necessario".

"Twickets è già quel che il mercato della rivendita dovrebbe essere: veri appassionati che vendono ad altri appassionati al prezzo nominale", ha dichiarato la Hodgson ricordando che normalmente i fan "vengono estromessi dal giro da bagarini senza scrupoli che sfruttano il duro lavoro e il talento di altre persone". "Il lancio di questa applicazione", ha aggiunto, "renderà ancora più facile ai fan trovarsi gli uni con gli altri".

Future Platforms ha già annunciato l'imminente lancio di un'applicazione anche per Android, e successivamente di una piattaforma "mobile" accessibile a tutti i possessori di smartphone che usano altri sistemi operativi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.