Gran Bretagna, niente ostacoli all'import musicale: lo dice l'Antritrust

Case discografiche inglesi assolte dal sospetto di comportamenti anticoncorrenziali, ma con riserva: un’inchiesta condotta dall’Office of Fair Trading (l’antitrust britannico) si è conclusa senza produrre prove consistenti dell’esistenza di violazioni di legge a carico delle cinque major del settore, BMG, EMI, Sony Music, Universal e Warner Music. Ma gli investigatori dell’agenzia governativa hanno intimato alle case discografiche di non cercare più di frenare il flusso di importazioni di prodotti musicali dall’Europa continentale, come hanno fatto nel recente passato.
Il problema delle importazioni di CD dai paesi europei è diventata una delle spine del fianco per l’altrimenti (relativamente) florida industria britannica del disco, da quando la sterlina inglese si è rafforzata in confronto alle altre principali divise scambiate sui mercati internazionali. Le case discografiche avrebbero reagito alla minaccia che arriva da oltre frontiera concedendo sconti abbondanti a quei grossisti e rivenditori che accettavano di non importare prodotto dall’estero, boicottando allo stesso tempo gli operatori commerciali che non accondiscendevano alle loro richieste: dovesse incorrere in pratiche analoghe in futuro, ha ammonito l’OFT, l’industria britannica rischia sanzioni pesanti. Ma intanto tira un sospiro di sollievo.
Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.