Universal: il suo futuro nelle mani di tre uomini

Universal: il suo futuro nelle mani di tre uomini
Non ci sono soltanto Jean-Renè Fourtou e Edgar Bronfman Jr (vedi news) nel gioco delle parti da cui prenderà forma il futuro della multinazionale francese e delle sue principali proprietà, inclusa la major discografica Universal Music. A giocare un ruolo decisivo, secondo quanto riporta la stampa americana, sarà anche Barry Diller, il boss di USA Interactive (e di Ticketmaster, e di imprese in via di sviluppo come Home Shopping Network) che lo stesso Fourtou, amministratore delegato di Vivendi, sta cercando di convincere ad assumere un ruolo operativo di “trincea” nella divisione entertainment del gruppo: il coinvolgimento più stretto di Diller, manager assai apprezzato a Wall Street e con un curriculum di prestigio ad Hollywood (è stato presidente di Fox e Paramount) dovrebbe servire a chiamare a raccolta gli investitori, nel caso in cui le società che fanno capo alla divisione stessa (cinema, musica, ecc.) verranno quotate in Borsa per rastrellare denaro sul mercato azionario. Ma Diller nicchia, e soprattutto non ne vuole sapere di mettere mano a Universal Music: più volte, anche in passato, ha ribadito di ritenere troppo oneroso e privo di prospettive il business discografico. Ed è qui che potrebbe rientrare in gioco Bronfman: che però difficilmente accetterebbe nuove interferenze, dopo aver dovuto ingoiare il rospo della sudditanza nei confronti dell'ex condottiero del gruppo, Jean-Marie Messier.
Sembra comunque, dalle ultime notizie, che Vivendi non sia intenzionata a disfarsi di Universal Music, almeno nell'immediato: la società, in questo momento, sarebbe troppo svalutata per contribuire significativamente alla copertura del buco finanziario accumulato dall'azienda transalpina.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.