Le case discografiche replicano a Cofferati

Le case discografiche si lamentano delle dichiarazioni di Cofferati, definite “fuori luogo”. Il leader sindacale aveva sostenuto che i cantautori, su indicazione delle majors, snobbano appuntamenti come quello del concerto del Primo Maggio a Roma. Per bocca del direttore Ernesto Magnani la Fimi replica: “I concerti fanno parte dell’attività dell’artista che è regolata dal suo management, e che in nessun caso viene decisa dalla casa discografica. Quest’ultima non suggerisce, né impone, né vieta la partecipazione degli artisti ad alcuna manifestazione. Le dichiarazioni di Cofferati testimoniano una scarsa conoscenza del mercato”.
Se possiamo aggiungere un’osservazione personale, Rockol aveva già espresso, nel suo piccolo, la stessa considerazione (vedi Archivio) non appena si è avuta notizia dell’esternazione di Cofferati: ci fa piacere che la Fimi sia d’accordo con noi…
Dall'archivio di Rockol - Album italiani: le copertine più belle di sempre
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.