Sanremo 2013: inizia la serata finale. Buona visione... nonostante la Giuria

Sanremo 2013: inizia la serata finale. Buona visione... nonostante la Giuria

Chi vincerà? E' quello che ci chiedono amici e parenti da casa. Rispondo: non lo so - e forse non voglio saperlo. Il fatto è che, se è vero (come sembra abbia detto a un collega il presidente della cosiddetta Giuria di Qualità) che la suddetta Giuria ha come indicazione prioritaria quella ci contrastare l'opinione che sarà espressa dal televoto, allora questo Festival avrà un vincitore inutile. Se, infatti, non si desidera che la gente da casa possa decidere il risultato, non si capisce perché far votare la gente da casa (o meglio, si capisce: perché gli sms generano reddito anche per la RAI). E siccome la giuria, se strategicamente guidata, ha la possibilità tecnica di far vincere chi vuole, distribuendo sapientemente le proprie preferenze, ci si domanda a chi interessi il parere della gente votante a pagamento. Allora tanto varrebbe far decidere solo alla Giuria; purché fosse una giuria di competenti di musica leggera, e non un variegato gruppetto di personaggi noti a vario e diverso titolo, certamente capaci e esperti ognuno nel proprio campo, ma altrettanto certamente incapaci di "sentire" il gusto popolare in fatto di musica leggera. Mi aspetto, dunque, da questa giuria una scelta snob, intellettuale, "colta": tutto il contrario da quello che secondo me è, ed è giusto che sia, la musica leggera. Che, sarebbe ora di riconoscerlo, può essere di qualità pur piacendo al grande pubblico. Ma come ha detto Daniel Harding poco fa, si può ascoltare Puccini o Lady Gaga senza dover per forza scegliere, o stabilire quale dei due è meglio. C'è musica per noi in ogni momento, e quella di Sanremo dovrebbe essere musica per divertire, intrattenere, magari anche far pensare - ma con leggerezza. (fz)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.