Concerti, Lady Gaga e la cancellazione del tour: il conto dei danni

Concerti, Lady Gaga e la cancellazione del tour: il conto dei danni

Potrebbe essere una delle operazioni più costose nella storia del live entertainment la cancellazione della branca nordamericana del tour di Lady Gaga, che a causa di un problema articolare all'anca destra è stata costretta a rinunciare a qualsiasi attività dal vivo per i prossimi mesi: questa, almeno, è l'ipotesi di Billboard e Pollstar, due delle testate statunitensi più preparate sull'aspetto industriale dell'intrattenimento musicale live.

Una prima stima delle perdite è stata tentata da Billboard poche ore dopo l'annuncio del forfait di miss Germanotta: stando alla decana mondiale delle pubblicazioni musicali, l'affaire Gaga - un totale di 22 concerti cancellati, per 200.000 biglietti da risarcire - costerebbe a Live Nation, il promoter del tour, la bellezza di 25 milioni di dollari. "E' una di quelle cosa che non si possono controllare", ha commentato Arthur Fogel, a capo della sezione tour internazionali del colosso del live promoting: "La situazione ricorda quella che ci trovammo a gestire nel 2010, quando a causa di un problema alla schiena di Bono gli U2 furono costretti a rinviare 16 concerti negli stadi del '360° tour' con già un milione di biglietti bruciati in prevendita per un totale di 100 milioni di dollari di incasso. In quel caso andò bene: il 97% dei fan tenne il biglietto per la data rinviata e la tournée divenne una delle più ricche della storia. Ma qui ci si trova di fronte ad una cancellazione, non ad un rinvio...".

E Pollstar, una delle fonti internazionali più autorevoli in materia, aggrava - se possibile - il bilancio stilato da Billboard: secondo gli analisti della piattaforma Web solo per il rimborso dei biglietti sarebbero da mettere in conto 30 milioni di dollari, ai quali andrebbero ad aggiungersi le mancate entrate per il merchandise, le spese per il noleggio delle attrezzature ad altri costi accessori. Una somma colossale che, sempre secondo Pollstar, Live Nation da sola non sarebbe in grado di sostenere. "Ma la perdita più grande è la mancata opportunità", ha commentato il direttore della testata Gary Bongiovanni: "Gaga è stata costretta a sedersi in panchina proprio mentre era sulla cresta dell'onda. E' difficile predire che impatto possa avere, questa storia, sulla sua carriera...".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.