La figlia di Elvis Presley: 'Mi facevo di coca'

La figlia di Elvis Presley: 'Mi facevo di coca'
La polverina boliviana fece presa anche sulla figlia di Elvis Presley. Lisa-Marie Presley, figlia del King e recentemente risposatasi (e tre) con l'attore Nicolas Cage, ha ammesso che in passato si è strafatta di cocaina. “E' vero, prendevo un sacco di coca. Sono stati anni fuori di testa”, ha riferito la 34enne, la quale ora però si dichiara perfettamente “pulita”. Il merito, afferma lei, è della Scientologia, la disciplina (sulla quale alcuni hanno avanzato forti dubbi) che permette –a pagamento, s'intende- di crearsi una nuova personalità. La donna ha anche confessato che qualche volta vide il celeberrimo genitore buttare giu' qualche pillola dallo strano apetto. “Ma ero troppo piccola per capire cosa stesse facendo”, ha detto.
Dall'archivio di Rockol - Così parlò Elvis il Re del Rock'n'Roll
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.