L’estate tarda ad arrivare, ma il Festivalbar no

L’estate tarda ad arrivare, ma il Festivalbar no

Puntuale come un orologio svizzero ecco arrivare il Festivalbar, la manifestazione canora itinerante ideata dal ‘patron’ per eccellenza, Vittorio Salvetti.
La partenza ufficiale della manifestazione è fissata per il 22 maggio dalla reggia di Capodimonte a Napoli. Oltre 30 gli artisti che, nelle varie città italiane toccate dal Festivalbar, saliranno sul palco.
Nel cast figurano Vasco Rossi, Pino Daniele (che si esibirà proprio a Napoli) Eros Ramazzotti, i Simple Minds (che oramai sono più napoletani che scozzesi) Patty Pravo, Luca Carboni, Natalie Imbruglia, Biagio Antonacci, Lionel Ritchie, la regina delle discoteche Alexia, Fiorella Mannoia, Articolo 31, Aqua, All Saints, Ricky Martin, Savage Garden, Gianluca Grignani e Nek. Altri artisti, non in elenco, parteciperano solo ad alcune tappe.
Il carrozzone del Festivalbar si fermerà solo per il periodo dei mondiali di calcio e riprenderà il suo viaggio a luglio. Per la finale sono in corso trattative con l’Arena di Verona (storica sede dell’ultima serata del Festivalbar, che però da alcuni anni non ospita più la manifestazione dopo le polemiche per il ‘rischio decibel’ cui era sottoposto il monumento).
Mentre la lista dei cantanti è praticamente pronta, non sono ancora stati scelti i conduttori della manifestazione canora. A tale proposito Vittorio Salvetti ha voluto precisare che “a differenza di Sanremo, dove si parla dei presentatori per quattro mesi trascurando i cantanti, al Festivalbar la cosa più importante è il cast musicale”.
Immancabili le compilation che usciranno in contemporanea col Festivalbar. Anche quest’anno saranno due: ‘Festivalbar blu’ legata al sound italiano, e ‘Festivalbar rosso’ dedicata invece alla musica straniera.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.