Roberto Magrini nel cda Sugar

Roberto Magrini nel cda Sugar
Da un’etichetta italiana che non c’è più (la S4, ex RTI) al simbolo musicale del “made in Italy” nel mondo, la Sugar di Caterina Caselli: Roberto Magrini, chiuso da pochi mesi il rapporto con la Sony Music (titolare del marchio S4, vedi News), ha ritrovato sul mercato musicale la collocazione più adatta alle sue caratteristiche e alla sua storia professionale. Filippo Sugar, figlio della Caselli e amministratore delegato del gruppo (che da fine luglio aveva cessato i rapporti di lavoro con il direttore marketing Marco Giorgi) gli ha offerto un posto nel consiglio di amministrazione, che Magrini ha subito accettato: per l’etichetta di Andrea Bocelli, Elisa e Filippa Giordano, a cui sono collegati interessi forti sul fronte editoriale e del retail (Messaggerie Musicali), si occuperà, come ha spiegato a Rockol, “di valutare e sfruttare le opportunità sul mercato italiano in chiave strategica, gestionale, di marketing ed anche artistico”: portandosi magari in dote qualche artista con cui conserva ottimi rapporti umani e professionali, anche se Magrini assicura che niente del genere bolle, al momento, in pentola.
Il suo impegno non sarà comunque a tempo pieno, perché resta in essere il suo rapporto di consulenza con l’imprenditrice sanmarinese Laura Alessi (TitanSound), nuova amministratrice dei negozi della catena Virgin Megastores: che continueranno a sfruttare in licensing il marchio di Richard Branson ma che, dice Magrini, si preparano ad affrontare un radicale processo di ristrutturazione (a cominciare dai lay-out e gli arredi dei negozi), corrispondente al passaggio “da un’ottica multinazionale a quella di impresa fortemente caratterizzata in senso locale”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.