Beach Boys, per Brian Wilson 'improbabile' un'altra reunion

Beach Boys, per Brian Wilson 'improbabile' un'altra reunion

Potrebbe non essere quello che Mike Love ha dipinto come una "pausa temporanea per evitare l'inflazionamento presso il pubblico" il congelamento dei Beach Boys dopo la reunion - discografica e dal vivo - della quale la band è stata protagonista lo scorso anno: questo, almeno, è il pensiero di Brian Wilson, principale autore del repertorio storico del gruppo improvvisamente esautorato - insieme agli altri due elementi originali della formazione Al Jardine e David Marks - al termine del tour celebrativo seguito alla pubblicazione di "That's why God made the radio".

Ritirando un Grammy Award (nella categoria "miglior album storico", per la versione deluxe di "The smile sessions") a margine della cerimonia che la scorsa domenica ha richiamato allo Staples Center di Los Angeles il gotha dello showbiz mondiale, Wilson ha lasciato intendere - nemmeno troppo velatamente - come lo sgarbo subito qualche mese fa abbia precluso ad ogni possibilità di riavvicinamento: "Un'altra reunion? No, ne dubito. Non credo che succederà", si è limitato a dichiarare il compositore.

Contenuto non disponibile


Ad oggi la situazione pare ancora piuttosto intricata: Mike Love, che detiene i diritti legali di sfruttamento della sigla, non ha intenzione di cedere, almeno per il momento, e di riprendere a bordo gli storici compagni. D'altro canto Wilson, che pure dopo la reunion ha ripreso ad esibirsi dal vivo come solista, potrebbe - seppure non sotto l'egida Beach Boys - riunire tre quarti della line-up originale per (più o meno sporadici) eventi live: uno, al momento, è già stato programmato per il prossimo 25 luglio al Fraze Pavilion di Kettering, Ohio.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.