Il discografico americano di Mumford & Sons: 'Dopo i Grammy, vendite in orbita'

Il discografico americano di Mumford & Sons: 'Dopo i Grammy, vendite in orbita'

Aggiudicandosi il premio più ambito ai Grammy Awards di domenica notte (quello di miglior album dell'anno con "Babel"), gli inglesi Mumford & Sons sembrano destinati a spiccare il volo verso nuove vette di popolarità "mainstream": Daniel Glass della Glassnote, che pubblica i loro dischi negli Stati Uniti, è anzi convinto che la strada sia appena iniziata e che le vendite del disco possano decisamente "schizzare in orbita".


Contenuto non disponibile



"Credo che il gruppo stia conquistando un pubblico più vasto", ha detto Glass a Billboard commentando a caldo la vittoria ai Grammy del gruppo. "Quando li ho sentiti per la prima volta li ho definiti una rock band alternativa con un banjo. Il loro è uno dei pochi dischi dell'anno capace di restare nelle orecchie di tutti i segmenti di pubblico".

"Credo che 'Babel' abbia appena iniziato a vendere", ha aggiunto il discografico americano ricordando che due anni fa, quando Mumford & Sons suonarono ai Grammy con Bob Dylan, incassarono con il primo album "Sigh no more" il maggior incremento di vendite dai tempi della vittoria di Bonnie Raitt. "Guardate dove vendono oggi: tanto nei negozi indipendenti che nei centri commerciali, e intanto infrangono anche i record di vendite digitali. Non bastasse, i loro concerti fanno il sold out. Ogni volta che annunciano nuove date fanno immediatamente il tutto esaurito".

L'interesse, dice Glass, si sta allargando a ogni fascia di pubblico: "Sento dire che la gente telefona alle stazioni radio country chiedendo di farli ascoltare, e so che alcune programmano già la loro musica anche se non ci abbiamo ancora lavorato".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.