Rough Trade, oltre ai negozi di dischi un servizio digitale con il Guardian

Rough Trade, oltre ai negozi di dischi un servizio digitale con il Guardian

Titolare di due negozi a Londra (cui se ne aggiungerà prossimamente uno a New York), Rough Trade rimane uno dei marchi più noti e più floridi nel disastrato mondo della distribuzione di dischi al dettaglio. Per incamminarsi sul digitale, ha scelto una strada diversa dal solito lanciando un servizio in abbonamento in collaborazione con il Guardian: in cambio di un canone settimanale di 2 sterline e 99 centesimi i lettori del quotidiano britannico potranno accedere ogni venerdì a una compilation di sei brani, "Tracks Of The Week", scaricabili in formato Mp3, selezionati dal suo staff e disponibili in anteprima rispetto all'uscita nei punti vendita. Il servizio copre tutti i generi musicali con esclusione della classica e sarà arricchito da contenuti editoriali curati dalla redazione del Guardian.

L'idea, ha spiegato il comproprietario di Rough Trade Stephen Godfroy, è di replicare "l'elettrizzante sensazione di avventura che si prova nei nostri negozi, offrendo ai clienti un prezioso momento di vera scoperta, sorpresa e gioia: caratteristiche che rappresentano l'essenza di ogni visita ai punti vendita Rough Trade". "In questa era post-digitale in cui tutti i formati musicali vengono fruiti insieme secondo le rispettive qualità", ha aggiunto, "siamo felici di offrire in partnership con il Guardian un servizio musicale che offre vero valore all'esperienza digitale e vera eccitazione agli appassionati di musica".

"Tutti sanno quanto sia difficile la vita oggi per chi vende dischi, ma i negozi Rough Trade rappresentano un vero caso di successo grazie soprattutto alla passione e alla competenza del loro staff", ha osservato il responsabile della sezione musica di Guardian News and Media Caspar Llewellyn Smith. "Speriamo che lo stesso valga per il modo in cui il Guardian tratta gli argomenti musiciali. Collaborando grazie questa nuova partnership avremo modo di indirizzare gli appassionati verso i prodotti migliori in circolazione".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.