Sorpresa, Kylie Minogue passa alla Roc Nation di Jay-Z

Sorpresa, Kylie Minogue passa alla Roc Nation di Jay-Z

A metà dello scorso gennaio la stampa britannica, esagerando un po' come non di rado le accade, aveva affermato che Kylie Minogue avrebbe avuto intenzione di lasciare la musica. Passati soli quattro giorni, ecco che il busillis si ridimensiona. Il tutto è ben riassunto da questo passaggio pubblicato da Rockol il 19 gennaio: "Lo strappo col manager Terry Blamey, col quale lavorava da quando aveva 19 anni, è reale; tuttavia non si tratta di un addio bensì, come ha riferito il suo portavoce, 'solo di una pausa per avere più tempo per recitare'. In ogni caso era chiaro che qualcosa stesse bollendo in pentola. Ed ecco cosa: l'australiana è passata a sorpresa alla Roc Nation di Jay-Z. Più esattamente, come ha confermato l'addetto stampa statunitense di Kylie a "Billboard", la partnership tra le due parti riguarda i "servizi di management", mentre per quanto concerne i suoi obblighi discografici Minogue rimane legata all'etichetta Parlophone. Ricordando le numerose affermazioni e pubblicazioni della 44enne artista, e cioé, tra le altre, "undici dischi di studio, 2 live, 8 DVD, 68 milioni di copie di album vendute nel mondo", il portavoce di Roc Nation dà il benvenuto a Kylie "nella famiglia Roc". La cantante di Melbourne è già stata aggiunta alla lista "Managenent" sul sito della Roc Nation e si trova così in compagnia di, tra gli altri, Rihanna, M.I.A., Shakira e Timbaland. Intanto emergono voci secondo le quali Kylie vorrebbe pubblicare "presto" un nuovo singolo; al disco potrebbe far seguito un altro album di studio, che sarebbe il successore di "Aphrodite" del 2010 che




Contenuto non disponibile







in Gran Bretagna aveva raggiunto il numero uno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.