Napster: questa volta è davvero la fine?

Napster: questa volta è davvero la fine?
Pare che stavolta Napster, la tribolata comunità on line dedita al file sharing, abbia davvero i giorni contati: la società telematica ha infatti licenziato gli ultimi 42 dipendenti rimasti in forze dopo che il giudice Peter Walsh, del tribunale fallimentare di Delaware, ha rifiutato alla Bertelsmann il diritto di rilevare lo storico network digitale, salvandolo così dalla bancarotta. La ragione del rifiuto sarebbe da imputare ad un possibile conflitto d'interesse che vedrebbe come protagonista l'amministratore delegato di Napster Konrad Hilbers, che - in caso di cessione - si vedrebbe diviso tra le due compagnie. La Bertelsmann avrebbe acquistato le rimanenti quote di Napster per 8 milioni di dollari, che andrebbero ad aggiungersi agli altri 85 milioni già versati dalla major (vedi News). Ulteriori dettagli sulla vicenda emergeranno, con ogni probabilità, nei prossimi giorni; per ora, fa fede il messaggio che occupa l'home page all'indirizzo www.napster.com: una desolata insegna recitante "Napster era qui" subito seguita da un epitaffio al celeberrimo logo della on line community, intitolato "Ded kitty".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.