Flaming Lips, in arrivo remake del primo album degli Stone Roses?

Flaming Lips, in arrivo remake del primo album degli Stone Roses?
I Flaming Lips sono una band dalla quale ci si può aspettare di tutto. Anche che rifacciano per intero un album di un altro gruppo che amano. E’ già successo nel 2010 quando Wayne Coyne e soci hanno coverizzato per intero “Dark side of the moon” dei Pink Floyd ed ora, secondo alcuni indizi raccolti sui social network, pare che vogliano ripetere l’operazione con l’omonimo album di debutto degli Stone Roses del 1989. Il sito The Future Heart ha riportato alcuni tweet dello stesso Coyne e di alcuni suoi amici, che farebbero pensare proprio che il progetto non sia frutto della fantasia. Scrive Coyne: “Sto facendo le voci per ‘She bangs the drum’, sperando di coinvolgere Channy dei Polica per cantarci insieme”. Messaggi dello stesso tono sono arrivati da Daniel Huffman dei New Flumes (band con cui i Lips collaborano spesso) e da Matt Duckworth, compagno di band del nipote di Coyne, Dennis, nei Stardust and White Dwarfs. Si attendono sviluppi e notizie più concrete nei prossimi tempi. Intanto la band di Oklahoma City ha annunciato l’uscita di una compilation intitolata “Songs of love” che vedrà la luce il giorno di San Valentino in un curioso formato: uno stick USB incastonato in un cuore fatto di cioccolata, realizzato in collaborazione con una cioccolateria di Dallas, la Dude, Sweet Chocolate. La raccolta dovrebbe contenere brani già conosciuti dai fan del gruppo, tra cui una cover di “All you need is love” dei Beatles (con la partecipazione di Edward Sharpe and The Magnetic Zeros) e “Love is mind control”, registrata per l’album di tributo ai King Crimson del 2012.



I Flaming Lips pubblicheranno quello che sarà il loro tredicesimo album in studio il prossimo 1 aprile: Wayne Coyne e soci hanno deciso di intitolarlo “The terror” e verrà edito dall’etichetta Bella Union. Lo scorso 3 febbraio è stato diffuso il brano “Sun blows up today”, una bonus track dell’album (ascoltabile qui sopra). Il disco, che dovrebbe contenere brani più cupi ed introspettivi rispetto al solito, è stato prodotto con il sodale Dave Fridmann presso il Tarbox Road Studio nello Stato di New York.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.