Commissione Europea, 1 miliardo di euro per le indie dal 2014?

Commissione Europea, 1 miliardo di euro per le indie dal 2014?

Un miliardo di euro, erogati sotto forma di prestiti bancari garantiti, a disposizione delle etichette discografiche e degli editori musicali indipendenti europei. Se n'è parlato al Midem di Cannes da poco concluso: la proposta è stata discussa dalla Commissione Europea e dal suo fondo d'investimento (EIF) e, previa approvazione dell'organo comunitario, dovrebbe entrare in vigore a partire dal gennaio del 2014.

L'iniziativa della CE rientra nelle misure allo studio per stimolare e finanziare la crescita degli attori "minori" del settore culturale ed è stata sviluppata grazie anche alla mediazione di Impala. "Se questo progetto genererà il miliardo di euro stimato", ha commentato il presidente dell'associazione di categoria delle indie Helen Smith, "potrebbe trasformare la capacità di crescita delle aziende indipendenti e riequilibrare il campo di gioco" (con le major).

Come noto, Impala continua a opporsi alla vendita degli asset della EMI a Universal (discografia) e Sony/ATV (edizioni), e ha richesto a riguardo un supplemento di indagine da parte della stessa Commissione Europea. All'associazione aderiscono quattromila etichette indipendenti tra cui !K7, Beggars Group, Cooking Vinyl, edel, Epitaph, Kobalt, Pias, Rough Trade, Wagram e associazioni nazionali di categoria tra cui l'italiana PMI.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.