Streaming, Deezer sbarca per primo in Maghreb e Medio Oriente

Streaming, Deezer sbarca per primo in Maghreb e Medio Oriente

Deezer è il primo servizio legale di streaming in assoluto a fare il suo ingresso in Medio Oriente e nella regione del Maghreb. Dopo lo sbarco della settimana scorsa in Brasile, la piattaforma francese ha aggiunto altri 21 Paesi al suo ricchissimo bacino d'utenza potenziale: i nuovi territori in cui è disponibile sono Algeria, Arabia Saudita, Bahrain, Corea, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Filippine, Giordania, Hong Kong, Iraq, Kuwait, Libano, Marocco, Oman, Pakistan, Qatar, Sud Africa, Taiwan, Tunisia, Venezuela e Yemen. In ognuno di questi mercati il servizio si presenta con contenuti editoriali in lingua locale e un'ampia selezione di repertorio nazionale e internazionale (oltre 20 milioni di brani) accessibile via laptop, smartphone, tablet e impianti hi-fi wireless.

"Dimenticate i limiti imposti dai confini geografici e dalle antiche reti di distribuzione musicale: l'evoluzione delle infrastrutture digitali e la penetrazione della telefonia mobile in Africa, in Asia e nel Medio Oriente offrono al nostro servizio un potenziale di crescita straordinario", ha commentato l'amministratore delegato di Deezer Axel Dauchez. "Man mano che continuiamo a espandere il nostro raggio d'azione", ha aggiunto, "siamo in grado di proporre i più attraenti e interessanti servizi e contenuti locali, ritagliati su misura per ogni singolo mercato. Ogni lancio contribuisce a portare avanti la nostra strategia finalizzata a fare di Deezer un vero servizio globale". Sono 182, a questo punto, i Paesi in cui la piattaforma rivale di Spotify risulta già disponibile.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.