Comunicato Stampa: Les Italiens al 'Grey Cat Festival 2002'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

GREY CAT FESTIVAL 2002

Regione Toscana; Toscana Musiche; Provincia di Grosseto; Comuni di Follonica, Scarlino, Massa Marittima, Capalbio, Roccastrada Monteargentario, Monterotondo, Gavorrano, Grosseto;Music Pool; Arci Grosseto; CAMF Scuola di musica di Follonica

Martedì 20 agosto 2002, ore 21.30
Castello, Scarlino (GR)

LES ITALIENS
Alessandro Di Puccio (percussioni), Alessandro Fabbri (batteria), Luca Gelli (chitarra), Marco Bini (sax tenore), Nico Gori (clarinetto), Simone Santini (sax alto), Luca Marianini (tromba), Emanuele Parrini (violino), Francesca Taranto (basso, voce);
ospite d'eccezione: Antonello Salis (fisarmonica);

Les Italiens è stata fondata nel 1998 come produzione del C.A.M. (Centro Attività Musicali di Firenze) e Scandicci Cultura (Istituzione per i servizi culturali del comune di Scandicci) ai quali si sono aggiunte, per la parte riguardante la realizzazione discografica Silence produzioni musicali di Marco Lamioni e l’etichetta Forrest Hill. Il progetto nasce dall’idea e soprattutto dalla volontà, di riunire un ampio numero di musicisti che condividessero un forte interesse per linguaggi riconducibili all’ambito della world music. Varie occasioni di incontro con musicisti ospiti dell’orchestra, provenienti da diverse aree geografiche e culturali, ha contribuito poi al naturale sviluppo di un sound originale che è il risultato di un amalgama di sapori mediterranei, arabi e sudamericani. Tutto questo prende vita attraverso l’esibizione di nove ottimi musicisti, appunto Les Italiens, che eseguono un repertorio ricco di composizioni originali e alcuni “ripescaggi” di brani di autori diversi. Il repertorio musicale dell’orchestra è formato in larga parte da composizioni originali del leader e si sviluppa attraverso l’alternanza di canzoni e brani strumentali. Tutto il lavoro è caratterizzato da forti tinte zingaresche, manouche ed in parte “Jazz”arabeggianti. Tutte queste variopinte atmosfere si integrano e si confondono in un contesto strumentale dalla sonorità decisamente robusta, conforme alle tendenze musicali del nuovo millennio, in una parola: metropolitano o, volendo usare un termine appropriato ad uno stile definibile “all’italiana”, in un contesto provincial-metropolitano. La maggior parte dei brani che compongono il repertorio condividono supporti di strutture melodiche ed armoniche legate a linguaggi musicali definiti moderni, come il Jazz o il pop, che si inseriscono o fanno da cornice ad elementi musicali appartenenti ad una più evidente matrice popolare. Ne è un esempio il frequente utilizzo degli accompagnamenti ritmici appartenenti al filone dei ballabili come il tango, la beguine, il twist ed il rock & roll, con in primo piano una caparbia pulsazione ritmica fornita dalla chitarra, fra l’andaluso e il manouche, legati ora a “focose” atmosfere balcaniche e arabe, ora a “polverose” reminescenze swing ed a “crudeli” imitazioni bandistiche, sempre espresse, o meglio sarebbe dire evocate, dalla compatta sonorità della sezione degli strumenti a fiato. Il filo sonoro che lega ed impreziosisce il tutto è la fisarmonica, come il prezzemolo si potrebbe dire. Quando poi a suonarla è Antonello Salis, considerato unico nel panorama fisarmonicistico mondiale, non crediamo si possa descrivere con le parole quanta qualità si aggiunga alla musica suonata dagli altri nove musicisti.
Prevendite Circuito Regionale Box Office tel. 055/210804
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.