Capricci da star: Baby Spice vuole lo sconto. A tutti i costi

Capricci da star: Baby Spice vuole lo sconto. A tutti i costi
I soldi non sono mai abbastanza. Deve pensarla così Emma Bunton, la bionda Spice Girl che, arrivata in un lussuoso negozio di calzature situato a Kings Road, una delle vie più esclusive di Londra, ha chiesto lo sconto. Ma come mai una milionaria sarebbe indotta a lesinare tanto sul portafogli già ben imbottito? Semplice, perché da Gucci li sconti li fanno, eccome se li fanno. Il proprietario del negozio R Soles, Douglas Berney, è stato così costretto a far risparmiare alla Baby Spice ben 68 dollari, da sottrarre alla cifra di 293 bigliettoni verdi, il prezzo di un paio di stivali. Ma la signorina Emma non è stata affatto contenta. “Gucci mi ha dato un cinquanta”, ha protestato la cantante. Alla domanda sul perché dovesse recriminare su quei miseri 7.5 dollari, Emma non ha avuto dubbi: “Non parlavo di 75.50 dollari, ma di un cinquanta per cento”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.