Il successo degli Eagles? Per Don Henley è stata 'pura fortuna'

Il successo degli Eagles? Per Don Henley è stata 'pura fortuna'

Fortuna cieca. Praticamente un caso. Queste, secondo Don Henley, le ricette che hanno fatto sfornare agli Eagles il loro lungo e perdurante successo. La band lavorò dal 1971 al 1980, poi si ricostituì solo dopo quattordici anni, nel 1994. Henley, 65 anni, nato in Texas e accasato a Los Angeles dal 1970, sentito da "Rolling Stone" USA alla "prima" del documentario "History of The Eagles part 1" ha detto: "Ci rendiamo perfettamente conto di quanto siamo fortunati. E non è tutto merito nostro, una parte è proprio fortuna cieca. Una parte del nostro successo si deve all'essere al posto giusto al momento giusto: essere entrati in contatto le persone giuste, i manager giusti, gli avvocati, la crew, i produttori giusti. E abbiamo anche avuto la fortuna di avere avuto una cosa rarissima in America: un secondo tempo. Siamo stati separati per quattordici anni e, quando siamo tornati, ci siamo ritrovati più grandi di prima. A distanza di 42 anni riempiamo ancora stadi e palazzetti". Henley, che con la moglie Sharon Summerall ha tre figli, ha anche affermato che il docu-film "offre uno sguardo sincero su chi siamo e cosa è il gruppo". Una storia che ha avuto alti e bassi. Per quanto riguarda questi ultimi, gli abusi di sostanze illegali hanno fatto "sprecare un sacco di tempo che avrebbe potuto essere più produttivo". Una nuova separazione pare altamente improbabile, ma qualche vecchia tensione, fortunatamente stemperata dall'età, c'è ancora. Henley, riferendosi agli altri membri, ha infatti detto: "Mi fanno ancora sempre incazzare".




Contenuto non disponibile







Gli Eagles hanno vinto 6 premi Grammy:

(1975) Best Pop Vocal Performance by a Duo, Group or Chorus per "Lyin' eyes"
(1977) Record of the Year: "Hotel California" (singolo)
(1977) Best Arrangement for Voices: "New kid in town"
(1979) Best Rock Vocal performance by a Duo or Group: "Heartache tonight"
(2008) Best Country Performance by a Duo or Group with Vocals: "How long"
(2009) Best Pop Instrumental Performance: "I dreamed there was no war"

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.