I creditori la spuntano su Bertelsmann: Napster subito all'asta

Giudice fallimentare e creditori, riuniti in un comitato che include la ditta dell'ex legale della società David Boies e aziende del settore musicale, hanno deciso che non c'è più tempo da perdere: le proprietà di Napster vanno all'incanto con una battuta iniziale di 25 milioni di dollari e se le aggiudicherà chi, da qui a mercoledì prossimo, 21 agosto, avrà rilanciato con l'offerta migliore.

Chi pensava che il colosso tedesco Bertelsmann si fosse messo al riparo da sorprese, grazie agli 85 milioni di dollari in prestiti e garanzie già versati al re decaduto del file sharing (vedi news), si era dunque sbagliato: la bancarotta finanziaria della Web company californiana e le cause da milioni di dollari pendenti sulla sua testa per iniziativa delle major discografiche (Bertelsmann/BMG compresa) hanno reso necessaria l'immediata liquidazione del suo patrimonio costituito da software, infrastrutture tecnologiche, risorse umane e immobili (cui si aggiunge il valore difficilmente calcolabile delle mailing list di aficionados della musica on-line). Non è chiaro se le somme già versate dai tedeschi verranno prese in considerazione nell'asta, moltiplicando significativamente e fin da subito la sua base di partenza: in ogni caso, e a dispetto della rivoluzione strategica annunciata dal successore di Thomas Middelhoff, Gunter Thielen (vedi news), Bertelsmann non si tira indietro e si è già dichiarata disposta a rilanciare mettendo sul piatto 9 milioni di dollari in più. .


Quale sia il prezzo iniziale, la società mobiliare specializzata che fa da consulente all'asta, Trenwith Securities, spera di realizzare un valore molto più alto dei 25 milioni di dollari di partenza e sta cercando di coinvolgere nella gara aziende di comunicazione e società di venture capital, catene di distribuzione musicale e le stesse major rivali di BMG. Tra poco più di una settimana si saprà chi si assumerà l'incarico non facile di rilanciare un marchio che sembra già appartenere al passato del file sharing musicale.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.