Compravendita di 'usato' digitale, ReDigi prepara il lancio in Europa

Compravendita di 'usato' digitale, ReDigi prepara il lancio in Europa

Nonostante le vicissitudini giudiziarie che ne ostacolano lo sviluppo nel Paese d'origine, gli Stati Uniti, il sito di compravendita di file audio "usati" ReDigi prepara il lancio europeo allargando l'assortimento dalla musica agli e-book e ai videogame (il claim, del resto, parla di "media digitali riciclati").

ReDigi si presenta come una sorta di eBay della musica digitale, consentendo a chi ha acquistato legalmente un brano in formato digitale di rivenderlo di seconda mano; "importato" il file sui propri server, la piattaforma provvede a rimuoverlo dal computer del venditore e lo mette a disposizione dell'acquirente tramite un'applicazione, trattenendo una commissione sull'operazione. Il prezzo medio di rivendita dei brani è di 60 centesimi di dollaro e gli artisti interessati, previa registrazione, possono garantirsi il 20 per cento dei ricavi generati dalla compravendita di loro musica sul sito.

Il modello di business di ReDigi, tuttavia, è fortemente contestato dalle maggiori case discografiche che accusano il sito di violazione di copyright; nel 2012, a un'azione promossa dall'associazione dei discografici RIAA per conto di Universal, Sony, EMI e Warner si è unita una denuncia presentata singolarmente da Capitol Records (entrambe le vertenze sono in pendenza di giudizio). "Se compri qualcosa regolarmente, la possiedi. E se la possiedi, dovresti essere in grado di rivenderla", aveva replicato all'epoca l'amministratore delegato della società Larry Rudolph, già docente presso il prestigioso MIT di Boston.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.