Classifiche italiane: dieci anni di dominio tricolore (con qualche ripetizione)

Classifiche italiane: dieci anni di dominio tricolore (con qualche ripetizione)

Non un exploit isolato (quello di "L'amore è una cosa semplice" di Tiziano Ferro, che ha conquistato la palma di album più venduto del 2012 in Italia), ma una tendenza che dura costantemente da dieci anni: secondo delle stime comunicate oggi dalla FIMI, l'associazione di categoria dei discografici italiani, è da due lustri che gli artisti nostri connazionali dominano le patrie classifiche annuali di vendita. Prima del cantautore di Latina, infatti, a dominare la album chart fu Vasco Rossi con "Vivere o niente", nel 2011, e prima ancora Ligabue, che nel 2010 vide il suo "Arrivederci, mostro" laurearsi disco più venduto nella Penisola.

Nel 2009 fu ancora Tiziano Ferro, con "Alla mia età", a riuscire nell'impresa, mentre il 2008 e il 2007 furono dominati rispettivamente da Jovanotti con "Safari" e Eros Ramazzotti con "e2": nel 2006 toccò a Laura Pausini con "Io canto", e nel 2005 a Biagio Antonacci, con "Convivendo - parte 2". Tra i 2002 e il 2004 il dominio di Vasco Rossi, primo nel 2002 con "Tracks" e nel 2004 con "Buoni o cattivi", fu interroto da Eros Ramazzotti, nel 2003, con "9".

Negli ultimi anni, in sostanza, a vendere più dischi in Italia si sono avvicendati solo sette artisti: a replicare l'impresa sono stati Vasco Rossi per tre volte (nel 2002, nel 2004 e nel 2011), Tiziano Ferro per due (nel 2012 e nel 2009) e Eros Ramazzotti, sempre per due, nel 2003 e nel 2007).

Oltre a segnalare, sempre nelle top ten dell'ultimo decennio, una massiccia e costante presenza (quasi sempre abbondantemente oltre il 70%) degli artisti nostri connazionali, è da notare come grande assente, dalle top ten degli ultimi dieci anni, sembri essere il grande rock internazionale: dal 2012 al 2008, infatti, ad eccezione di "Mylo Xyloto" dei Coldplay nel 2011 (nono), "No line on the horizon" degli U2 nel 2009 (sesto), "Viva la vida", ancora dei Coldplay, nel 2008 (decimo), "18 singles" ancora degli U2 nel 2006, "How to dismantle an atomic bomb", sempre degli U2, decimo, nel 2004, "In time - The best of" dei R.E.M. (nono) e "Home" dei Simply Red (terzo) nel 2003, e infine la "Platinum collection" dei Queen (quinta), ancora un "best of" degli U2 ("The best of 1990-2000", sesto) e "By the way" dei Red Hot Chili Peppers (settimo), a nessun altro album registrato da una band straniera è mai riuscito di espugnare i piani alti delle nostre classifiche di vendita.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.