Texas, due ex Destiny’s Child si mettono d’accordo con le Destiny’s Child

LeToya Luckett e LaTavia Roberson, due ex componenti delle Destiny’s Child, hanno trovato un’intesa con le tre attuali componenti dello stesso gruppo femminile dopo che le due, che erano fuoriuscite dalla formazione nel 2000, avevano denunciato Beyoncé Knowles, suo padre, il manager e la Sony Music per vari reati. La definizione della questione è avvenuta ad Houston, Texas, città in cui il gruppo si è formato. A far saltare la mosca al naso della Luckett e della Roberson, il singolo “Survivor” dello scorso anno. La canzone, riteneva la parte offesa, conteneva un riferimento che, in base a precedenti accordi tra le parti, non avrebbe dovuto apparire. La Knowles affermò che il passaggio in questione era generico e le due pertanto non c’entravano assolutamente. La vertenza si è ora conclusa “amichevolmente”, ma non sono state fornite cifre. E’ possibile che, come solitamente accade in questo tipo di casi, le due parti si siano incontrate a metà strada.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.