Bose Soundlink e cuffie Sportive SIE2: la prova

Quello di cuffie e diffusori per dispositivi digitali è diventati uno dei terreni di maggiore innovazione e competizione musicale. Non è un caso che il musicista più ricco del 2012 sia Dr. Dre - non per meriti musicali ma per le sue cuffie, e che molti musicisti stiano debuttando con gadget e proprie linee.
Chi controlla buona parte di questa competizione è Apple. Non direttamente, perché la casa di Cupertino ha miseramente fallito quando ha immesso sul mercato il suo sistema Hi-Fi qualche anno fa. E le sue cuffiette bianche erano notoriamente inascoltabili, fino al recente restyling. Controlla indirettamente questo terreno per le sue mosse, che influiscono pesantemente sulle realizzazioni di produttori affermati e stimato, come Bose, che è e rimane uno dei marchi top in questo settore.
Da qualche tempo, Apple ha introdotto un sistema denominato “Airplay” per lo streaming tra i propri dispositivi, da iTunes verso Apple TV e diffusori compatibili: è decisamente più affidabile del ballerino BlueTooth. Non richiede connessione fisica e parte con un tocco. Bose è stata tra le prime ad adottare questo sistema con una nuova versione del suo prodotto storico “Soundlink”, denominato Soundlink Air. Presto ne verrà prodotta una nuova versione, con il nuovo connettore fisico introdotto su iPhone 5, iPad 4 e Mini: il cosiddetto Lightining. Ma i connettori cambiano - chi ha recentemente cambiato iPhone, ha dovuto cambiare tutti gli accessori; Un sistema come questo, per quanto rivolto soltanto agli utenti Apple, è destinato a rimanere. Lo abbiamo provato: l’unica apparente difficoltà è il settaggio. Il Soundlink funziona tramite wi-fi: tutto avviene tramite una piccola applicazione scaricabile via web che permette al diffusore di agganciarsi al vostro wi-fi, in modo molto semplice - o di crearne uno dedicato, se ne siete sprovvisti. A quel punto, il Soundlink compare nell’elenco delle destinazioni disponibili di iTunes, iPhone etc. Il gioco è fatto e si sente la musica. La qualità è quella Bose, su cui non c’è molto da dire: lo abbiamo provato in una stanza con parecchio riverbero, e i risultato erano comunque ottimi. La qualità è riflesso anche nel prezzo, inevitabilmente: 349€. C’è anche una batteria aggiuntiva per rendere trasportabile il Soundlink, al costo di 99€.
Le cuffie, dicevamo in apertura. Un terreno fomentato da quelle pessime vendute assieme ai vari dispositivi, Apple in primis. Le cuffiette bianche sono state ridisegnate - finalmente - lo scorso autunno. E il design è in larga parte ispirate dalle migliori cuffie auricolari che ci sono in circolazione, le Bose IE2, da cui è stata derivata la posizione “a imbuto” del diffusore (ma senza il supporto in silicone che le adatta al padiglione auricolare). La Bose, nelle settimane pre-natalizie, ha presentato una nuova versione sportiva, denominata SIE2i. Il design è lo stesso: cambiano i materiali - più resistenti al sudore - e i colori, e si aggiungono altri dettagli: nella custodia è compresa una custodia da braccio per fare sport (che non si adatta però al nuovo iPhone, più lungo) e il cavo è più corto (ma si può allungare con una prolunga). La qualità è quella delle cuffie Bose: ad usarle, si percepiscono nuovi dettagli. Prezzo leggermente superiore al modello precedente: 149€ per la versione con controllo volume e microfono, 120€ per quella semplice.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/3e-CFHqZJncUY2G4a5jZ1PjC18g=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fmedia.bose.eu%2Fflash%2Fassets%2Fproducts%2Fsie2%2Fphotos%2Fphoto7_775x398_01.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.