Cesare Cremonini, 'In amore sono un buon perdente'

Cesare Cremonini, 'In amore sono un buon perdente'
Credits: Kim Ross
“In amore sono un buon perdente” rivendica Cesare Cremonini in chiusura dell'incontro con la stampa avvenuto oggi, mercoledì 24 luglio, per presentare il singolo “Gli uomini e le donne sono uguali”, da qualche giorno nelle radio (vedi News) e accreditato a Cesare Cremonini feat. Ballo. Lo dice spiegando che il testo della canzone “è lo sfogo di un ragazzo di 22 anni che subisce troppo la personalità femminile”, e che nel finale è adombrato una sorta di mea culpa per certi suoi errori del passato (la sua fidanzata, Erika, si è trasferita all'estero: “sono andato da lei quattro volte in un anno perché è l'unica che riesce a distrarmi dal lavoro, ma non so se stiamo ancora insieme oppure no”).

Cremonini, in realtà, non dà proprio l'idea di essere un perdente in nessun campo: a parte i successi musicali con la sua (ex?) band, a parte le avventure in campo cinematografico e pubblicitario, a parte insomma l'enorme notorietà che si è guadagnato in soli due-tre anni di attività, Cesare sembra sapere perfettamente quello che sta facendo, è perfettamente in grado di spiegarlo in maniera articolata, e già si capisce che ha anche acquisito quella capacità “diplomatica” che gli permette di sgusciare via dalle domande più pericolose dei giornalisti (i quali, ovviamente e anche un po' scioccamente, paiono più interessati a parlare di questioni burocratico-professional-legali che di argomenti musicali).

Cesare risponde tranquillo e veloce, e fornisce risposte che non svelano e non rivelano: “Potrei anche pensare a una carriera da solista ma non voglio, perché non riesco a stare su un palco da solo, voglio avere qualcuno intorno, anche se la gestione delle dinamiche di un gruppo non è facile”; “Il nome 'Lunapop' esiste ancora perché la band c'è ancora; per il futuro, tutto dipenderà se la situazione si stabilizzerà, se gli altri tre componenti del gruppo” (Ballo, amico e sodale silenzioso, è seduto al suo fianco) “decideranno di rientrare oppure no: comunque nel mio futuro c'è una band che si chiama Lunapop, qualunque sia la formazione con la quale sarà attiva. potrebbero entrare nei Lunapop altri musicisti diversi da quelli attuali”; e comunque, conclude con una botta di buon senso popolare, “ci sono nel mondo problemi ben più gravi di quello che riguarda il nome dei Lunapop” (come dargli torto?).


La canzone che le radio stanno programmando intensamente (“come al solito, rispetto alla data di uscita di questo singolo aveva ragione il nostro produttore, Walter Mameli: se il pezzo è forte non importa quando esce...”), a dispetto appunto di certe rigide convinzioni discografiche secondo le quali luglio è considerato un mese proibitivo per il lancio di nuove proposte musicali, è un pezzo grintoso e aggressivo, che nella seconda parte ricorda abbastanza da vicino “La pesca” di Tricarico (la struttura della frase e la ritmica sono analoghe: “Bisogna stare attenti alle parole” / “Gli uomini e le donne sono uguali”); ma, ammonisce Cesare, “questo non significa che l'album assomiglierà a questa canzone; la nostra idea è che ogni album debba essere un greatest hits, e quindi che sia composto da canzoni anche molto diverse fra loro, come è stato per 'Squerez', il nostro disco di debutto”.

A proposito dell'album, l'unica cosa che si possa dare per certa al momento è il titolo, “Bagùs” (“è una parola indonesiana che indica ciò che è bello, buono, divertente, piacevole, simpatico, allegro”); Cesare Cremonini dice di avere scritto almeno cinquanta canzoni, di averne provinate 25 e che conta di includerne almeno 12 nel disco, perché “con quello che costano i Cd mica si può dare di meno, alla gente”.

Una di queste sarà senz'altro "Mary seduta in un pub", la canzone conla quale i Lunapop si candidarono a Sanremo senza successo. Realizzato con due musicisti romagnoli (Matteo Amonti e Andrea Morelli) che hanno suonato gli strumenti non di competenza di Cesare (“tastiere, Hammond, alcune chitarre, fisarmoniche, armonica a bocca, Wurlitzer”) e di Ballo (“che è un virtuoso degli strumenti che gli interessano: oltre al basso, anche il contrabbasso e il banjo”), il disco “presumibilmente uscirà quando questo primo singolo avrà esaurito la propria forza propulsiva” (potrebbe essere fine settembre, ma anche metà ottobre) e non è detto che esca a nome Lunapop. .


Al lettore non è detto che interessi: certo è che, fra la sistemazione dei rapporti con i tre componenti della formazione precedente della band (Gabriele Gallassi, Alessandro De Simone, Michele Giuliani) e il cambio di etichetta discografica e di distribuzione, Walter Mameli e Cesare Cremonini avranno parecchie questioni extramusicali da sbrigare; e vien da pensare che l'uscita di un album a nome Cesare Cremonini feat. Ballo possa servire anche a guadagnare tempo e permettere agli avvocati di fare per bene il loro lavoro. A meno che Cesare non riesca a convincere la WEA a lasciargli fare ciò che più gli piacerebbe, a sentir lui: “Uscire ogni tre mesi con un nuovo singolo, come facevano i Beatles”.
"Anche nei piccoli locali mi sono sempre sentito come fossi a San Siro" - L'intervista esclusiva, seconda parte
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.